Consulenza o Preventivo Gratuito

Web: Camera approva legge sulla neutralità della rete

del 08/07/2016
di: Redazione
Web: Camera approva legge sulla neutralità della rete

Web neutrale: rendere gli utenti liberi di scegliere e accedere ai servizi della rete

La Camera dei Deputati ha approvato la proposta di Legge relativa alla neutralità della rete, se approvata dal Senato, gli utenti avranno piena libertà di scegliere i servizi a cui accedere e disinstallare app e servizi presenti di default sugli iDevice acquistati.

Oltre agli utenti, a beneficiare di questa nuova norma saranno gli editori. A oggi, gli Over the Top (Google, Microsoft, Apple) offrono servizi dedicati a singole nicchie e tali da cannibalizzare il web a tal punto che gli utenti identificano Internet con i servizi e i nomi di pochi colossi dell’informazione o dell’intrattenimento. Per esempio, Facebook.  

Neutralità del web: cosa cambia per editori e utenti

Grazie alla proposta di legge sulla neutralità del web ci saranno due effetti immediati: da una parte, anche gli editori slegati dagli Over the Top potranno occupare uno spazio ben visibile su Internet veicolando i propri contenuti; dall’altra, gli utenti potranno disinstallare app e servizi che ora non è possibile eliminare, e sostituirli con altri più in linea con i propri interessi.

Lo specificano due commi dell’art. 4 della proposta di Legge: “Gli utenti hanno il diritto di reperire online in formato idoneo alla piattaforma tecnologica desiderata e di utilizzare a condizioni eque e non discriminatorie software, proprietario od open source, contenuti e servizi legali di loro scelta. Gli utenti hanno il diritto, indipendentemente dalla piattaforma tecnologica utilizzata, di reperire contenuti e servizi dal fornitore di propria scelta alle condizioni, con le modalità e nei termini liberamente definiti da ciascun fornitore. Gli utenti hanno il diritto di disinstallare software e di rimuovere contenuti non di loro interesse dai propri dispositivi”.

La proposta di Legge sulla neutralità del web muove interessi miliardari anche di aziende extra-europee e in tanti si chiedono se, dopo un eventuale approvazione del Senato, possa diventare davvero attuabile. 

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Il Demanio si adegua e comunica anche su Twitter

del 06/02/2013

L'Agenzia del Demanio è super social. E' la prima tra le agenzie fiscali a sbarcare su Twitter con l...

Da Skype si può uscire ma si lascia comunque traccia

del 07/02/2013

Via d'uscita (quasi) da Skype. Ma non ancora definitiva. Il profilo (account) potrà essere bloccato,...

Veicoli ecologici, c'è il sito dedicato per l'incentivo

del 08/02/2013

Incentivi per veicoli ecologici: è online il sito del Mise www.bec.mise.gov.it dedicato alle agevola...