Consulenza o Preventivo Gratuito

Partecipate, ecco tutte le novità per le pubbliche amministrazioni

del 16/10/2015
di: La Redazione
Partecipate, ecco tutte le novità per le pubbliche amministrazioni

È in arrivo un’importante svolta nel rapporto – spesso controverso – tra enti locali e società partecipate. Il governo è al lavoro su un testo unico che dovrebbe rivoluzionare le relazioni tra enti controllanti e società in cui detengono quote.

 

Una prima importante modifica riguarda i bilanci delle società partecipate: saranno gli enti controllanti a doversi fare carico di eventuali perdite, e saranno costretti a costituire un fondo vincolato con un importo pari alla perdita, qualora questa non venga ripianata. Inoltre, è prevista una “stretta” sulle società in cui le pubbliche amministrazioni potranno detenere delle quote.

 

Dovranno necessariamente occuparsi di: offrire servizi, progettare opere pubbliche, realizzare opere in tandem con i privati, svolgere funzioni amministrative, svolgere servizi nell’ambito del codice appalti, produrre beni o servizi strumentali all’ente.

 

Qualora le società non rientrino in nessuna di queste categorie, le pubbliche amministrazioni potranno detenere delle quote, ma almeno il 60% dovrà essere in mano ai privati. Infine, gli enti locali dovranno effettuare analisi approfondite sulle partecipate per generare razionalizzazioni e risparmi, anche a costo di mettere in liquidazione la società stessa.

vota