Consulenza o Preventivo Gratuito

Una ricevuta per iniziare l'attività

del 30/03/2010
di: di Luigi Chiarello
Una ricevuta per iniziare l'attività
Nuovi formulari per il certificato di iscrizione nel registro imprese, i certificati attestanti il deposito di atti e le dichiarazioni che attestano la mancanza di iscrizione in camera di commercio. Un decreto del 23 marzo scorso del ministero dello Sviluppo economico rimette mano alla modulistica, a seguito dell'entrata a regime della Comunicazione unica per la nascita di nuove imprese (ComUnica, ndr), prevista dal primo aprile. In coda al provvedimento, infatti, arriva anche il modello di ricevuta on-line, rilasciata dagli uffici del Registro imprese, che dovrà certificare l'accettazione della Comunicazione unica prevista dall'art. 9, comma 7, del dl n. 7/2007 convertito nella legge n. 40/2007. Poi modificata dall'art. 23, comma 13, del dl n. 78/2009, convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, della legge n. 102/2009. Va detto che, ove sussistano i requisiti previsti dalla legge 40, la ricevuta d'accettazione della comunicazione unica costituirà il titolo per l'immediato avvio dell'attività imprenditoriale. Il modello è a lato: nella nuova ricevuta si dovranno leggere, oltre alle informazioni anagrafiche dell'impresa, gli estremi del dichiarante, l'indirizzo di posta elettronica dell'impresa, la data di ricezione della comunicazione, quella di stampa della ricevuta e, ovviamente il numero di protocollo. Ma, soprattutto, in chiaro dovranno comparire le date di inoltro delle sotto-comunicazioni (corredate dei singoli sotto-protocolli) seplificate con l'entrata in vigore di ComUnica. E cioè, le comunicazioni inviate al Registro imprese, all'Albo artigiani, all'Agenzia delle entrate, all'Inail e all'Inps. Siano queste ultime, quelle inviate per la previdenza delle imprese con dipendenti, quelle relative alla previdenza artigiana e quelle relative alle imprese agricole. In alto alla ricevuta ComUnica comparirà, poi, il logo della camera di commercio competente, mentre in basso viene ricavato lo spazio in cui inserire la firma digitale. Inoltre, nella ricevuta comparirà anche un codice pratica, da riportare sempre in eventuali comunicazioni successive agli enti camerali.
vota