Consulenza o Preventivo Gratuito

Niente registro né bollo sull'Ape

del 23/11/2013
di: Valerio Stroppa
Niente registro né bollo sull'Ape
Ape senza registro né bollo. L'attestato di prestazione energetica presentato all'ufficio dell'Agenzia delle entrate in sede di registrazione di un contratto di locazione non sconta un'imposta autonoma. Il prelievo fiscale scatta solo se il contribuente registra volontariamente l'Ape in un secondo momento, per esempio per conferirgli data certa: in questo caso si pagano 168 euro. È quanto ha chiarito l'amministrazione finanziaria con la risoluzione n. 83/E di ieri. Il documento di prassi precisa il trattamento fiscale dell'attestato a seguito delle modifiche introdotte dal dl n. 63/2013, che ha imposto l'allegazione dell'Ape in tutti i contratti di vendita, donazione e locazione di immobili. La pena prevista, in caso di inadempimento, è la nullità dell'atto (tuttavia, in uno dei prossimi provvedimenti del governo la sanzione sarà sostituita con una penalità economica pari a 500 euro, si veda ItaliaOggi dell'8 novembre scorso).

L'Agenzia evidenzia che la regola standard da seguire è quella dettata dall'articolo 11, comma 7 del dpr n. 131/1986 (Tur): la richiesta di registrazione di un atto vale anche per gli allegati. Se però per questi ultimi non vige l'obbligo di registrazione, come appunto nel caso dell'Ape, non si applica un'imposta autonoma. Peraltro le Entrate sottolineano che per i contratti di locazione registrati in via telematica non è possibile trasmettere gli allegati, che devono semmai essere prodotti in forma cartacea insieme alla ricevuta di avvenuta registrazione, anche in questo caso senza oneri. Come detto, invece, l'Ape sconta il registro in misura fissa (168 euro) qualora il contribuente abbia interesse a registrarlo separatamente, a prescindere dalla disciplina applicabile al contratto immobiliare «principale». Anche ai fini dell'imposta di bollo l'Ape resta esente, sia se prodotto in originale sia in copia semplice. Fa eccezione, però, l'attestato con dichiarazione di conformità all'originale rilasciata da un pubblico ufficiale: in tale ipotesi, va applicato il bollo nella misura di 16 euro per ciascun foglio, ai sensi delle previsioni recate dal dpr n. 642/1972.

© Riproduzione riservata

vota