Consulenza o Preventivo Gratuito

Pensioni: c'è la quattordicesima mensilità

del 02/07/2013
di: di Leonardo Comegna
Pensioni: c'è la quattordicesima mensilità
Buone notizie per i pensionati più anziani e disagiati: arriva la quattordicesima. Ad annunciarlo è l'Inps con il msg. n.10462/2013. Il beneficio è riconosciuto in presenza di determinate condizioni di età e di reddito, ai titolari di un trattamento pensionistico a carico dell'assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della medesima. Come di consueto, anche per quest'anno la somma aggiuntiva viene attribuita sulla mensilità di pensione di luglio ai soggetti che, alla data del 31 luglio 2013, hanno un'età maggiore o uguale a 64 anni e che risultino in possesso dei requisiti reddituali previsti

La quattordicesima mensilità

A partire dall'anno 2007, in seguito alla cosiddetta riforma del Welfare voluta dall'allora governo Prodi (art. 5, commi da 1 a 4, della legge n. 127/2007), a favore dei pensionati con età non inferiore a 64 anni, viene riconosciuta una somma aggiuntiva, determinata in funzione dell'anzianità contributiva maturata. La somma, una sorta di 14ª mensilità, è corrisposta insieme alla mensilità di luglio e spetta a condizione che il soggetto non possieda un reddito complessivo individuale superiore a 1,5 volte il trattamento minimo Inps. A tal fine si tiene conto dei redditi di qualsiasi natura, compresi i redditi esenti da imposte e quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o a imposta sostitutiva, ad eccezione sia dei redditi derivanti dagli assegni familiari e dall'indennità di accompagnamento, sia del reddito della casa di abitazione, dei trattamenti di fine rapporto e delle competenze arretrate sottoposte a tassazione separata. Come è noto, la suddetta somma aggiuntiva viene corrisposta in via provvisoria; il relativo diritto viene verificato sulla base della dichiarazione dei redditi definitiva.

No Irpef

La somma aggiuntiva (nota ormai come 14ª) non costituisce reddito né ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali e assistenziali, con esclusione, per un importo pari a 156 euro, dell'incremento delle maggiorazioni sociali.

vota  

COMMENTI

Anna Donnini

20/10/2020 22:56:56

Perché non e' stata pagata la quattordicesima ai pensionati cassa geometri pur avendo i requisiti richiesti? Cosi' ritenggo venga a cadere il presupposto dell'"adeguamento al minimo" con gli altri pensionati. Gradirei ricevere una risposta a questo mio quesito. Grazir

SULLO STESSO ARGOMENTO
Casse di previdenza: salvi i professionisti esodati

del 25/01/2013

Salvo il professionista esodato che risulti versare un minimo alla cassa di previdenza per conservar...

Per il Durc non è rilevante la posizione dei soci

del 25/01/2013

La posizione dei soci non rileva (e non deve essere oggetto di verifica) al fine del rilascio del Du...

Tirocini linee guida uniformi in tutte le regioni

del 26/01/2013

Via libera alle linee guida sui tirocini. La conferenza stato-regioni, infatti, ha predisposto le no...