Consulenza o Preventivo Gratuito

Risparmi energetici e prduttività, 7 mld Bei

del 29/05/2013
di: di Ester Corvi
Risparmi energetici e prduttività, 7 mld Bei
Le idee ci sono, ma bisogna saperle finanziare. Su questo punto sono d'accordo gli esperti che hanno partecipato ieri al convegno «Finanziare l'efficienza energetica: opportunità e strumenti per lo sviluppo» organizzato da Veronafiere presso la Reppresentanza a Milano della Commissione Europea (al Palazzo delle stelline). Paolo Panerai, direttore e ceo del gruppo Class (che pubblica questo giornale) ha messo in evidenza come il tema del risparmio energetico si sposi bene con la ridefinizione dei processi produttivi, al fine di migliorare la competitività delle aziende italiane. Ma «la finanza, nella fase di crisi che stiamo attraversando, deve fare avere più creatività nell'offerta degli strumenti più adeguati». Cioè quelli in grado di coinvolgere anche i risparmiatori che in genere accolgono molto bene i prodotti emessi dalle società dell'energia, se la comunicazione viene svolta in maniera adeguata. Sul tema dell'efficienza energetica, l'impegno della Bei (Banca europea degli investimenti) è stato potenziato negli ultimi anni, come ha spiegato il direttore Italia, Andrea Tinagli. Nel 2012 i finanziamenti concessi dalla Bei all'Unione Europea sono ammontati a 44,8 miliardi di euro, di cui 6,8 miliardi destinati all'Italia (il 42% del totale alle pmi). Cifre importanti, se si pensa che sono stati attivati nel 2008-2012 investimenti per oltre 120 miliardi, con oltre 62 mila pmi coinvolte. L'obiettivo è «promuovere una crescita di lungo termine intelligente e sostenibile» utilizzando due prodotti principali, i prestiti individuali, per i progetti dal costo superiore a 50 milioni, e i prestiti alle pmi e società di media capitalizzazione (fino a 3 mila dipendenti), per programmi di costo inferiore o uguale a 25 milioni. L'esempio di uno strumento di prestito e assistenza tecnica creato dalla Bei è Elena (European local energy assistance) indirizzato agli enti locali e ad altri soggetti pubblici, con lo scopo di sviluppare un programma di investimento energetico integrato, che preveda l'utilizzo delle rinnovabili o dell'efficienza energetica. Daniela Cataudella, responsabile energia ed infrastrutture di Sace, ha messo in evidenza il ruolo dell'ente, che nel 2012 poteva contare su premi lordi per 380 milioni di euro, a fronte di volumi assicurati per 32,9 miliardi e di un utile netto di 167,9 milioni. Sace, che non eroga direttamente finanziamenti ma offre garanzie per accedervi più rapidamente, dal 2008 a oggi ha rilasciato garanzie finanziarie per 3,5 miliardi di euro in settori di interesse strategico. Il case study più famoso è il project bond Andromeda, forma alternativa di finanziamento bancario, per la realizzazione di due parchi fotovoltaici nel comune di Montaldo di Castro, della potenza di 51,4 Mw, con un investimento complessivo di circa 260 milioni. Ma l'efficienza energetica ha bisogno innanzitutto di strumenti normativi, su cui si è focalizzato Enrico Bonacci del Ministero dello sviluppo economico. A questo proposito il Sen (Strategia energetica nazionale), indica come obiettivo al 2020 un'incidenza dell'energia rinnovabile, sui consumi finali lordi, del 20%. «Si può raggiungere questo traguardo» ha precisato Bonacci «tramite lo sviluppo delle rinnovabili termiche e l'efficienza energetica, che implica una riduzione dei consumi primari».Il risparmio atteso per settore è del 10% nel residenziale, nei servizi. nella pa e nell'industria, e del 16% nei trasporti.

©Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Consumi energitici edilizi bacchettati dall'Ue

del 29/01/2013

La Commissione Ue chiede all'Italia di adottare misure nazionali per il recepimento della direttiva...

Fotovoltaico vietato vicino aller riserve naturali

del 29/01/2013

No alla realizzazione di un parco fotovoltaico nelle aree di protezione attorno alle riserve natural...

Il Quarto conto energia ancora valido per le p.a.

del 07/02/2013

Il Quarto conto energia è ancora attivo, ma solo per le pubbliche amministrazioni. Che possono acced...