Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: sicurezza, salute sotto controllo

del 16/05/2013
di: di Daniele Cirioli
Lavoro: sicurezza, salute sotto controllo
Al via le comunicazioni dei dati sanitari rilevanti per la sicurezza sul lavoro. Con la buona notizia che, per questo primo appuntamento, per il quale entro il 30 giugno i medici devono inviare online i dati dell'anno 2012, è sospesa la sanzione da 1.000 a 4.000 euro. Lo precisa il ministero del lavoro in un'apposita nota con cui informa che è stata creata una procedura telematica ad hoc che sarà accessibile ai medici a partire dal 22 maggio.

Il nuovo adempimento. L'adempimento in scadenza è stato introdotto dal dm 9 luglio 2012 (si veda ItaliaOggi del 28 luglio 2012) che ha individuato i contenuti della cartella sanitaria e di rischio nonché, appunto, le modalità per la trasmissione annuale al servizio sanitario degli stessi contenuti, come obbliga i medici a fare l'articolo 40 del T.u. sicurezza (dlgs n. 81/2008). Il decreto ha disciplinato un periodo transitorio di un anno, spostando il termine per la prima trasmissione dei dati, quella relativa all'anno 2012, dal 31 marzo che rappresenta la scadenza ordinaria annuale, al 30 giugno nonché lo stop alla sanzione a carico dei medici per le inadempienze.

Trasmissione online. Con apposita nota informativa, il ministero comunica che in collaborazione con Pissl (gruppo tecnico interregionale di coordinamento), Inail, Simlii (società italiana di medicina del lavoro) e Anma (associazione nazionale medici d'azienda) ha avviato un percorso di collaborazione e condivisione, con l'obiettivo di semplificare l'adempimento di raccolta e trasmissione dati. A tal fine, aggiunge, l'Inail ha predisposto, ai sensi dell'intesa in Conferenza unificata del 20 dicembre 2012, un apposito applicativo web in maniera da rendere le operazioni d'inserimento dei dati previsti dall'allegato II del decreto e la loro trasmissione il più possibile semplificate e standardizzate, anche attraverso l'automatizzazione di diversi campi di inserimento.

Stop alle sanzioni. Al 30 giugno, come detto, è fissato il termine per la trasmissione dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria relativi all'anno 2012. Tenendo conto che l'invio dei dati rientra nella fase di sperimentazione del sistema, e conseguentemente alle possibili difficoltà di raccolta e trasmissione telematica delle informazioni, il ministero spiega che è sospesa la sanzione per inadempimento prevista all'articolo 58, comma 1, lettera e del T.u. sicurezza. Il ministero precisa che, poiché la formulazione letterale della norma può generare dubbi interpretativi per gli organi di vigilanza, a breve un'apposita lettera circolare del ministero della salute e del ministero del lavoro chiarirà che la sospensione della sanzione opera senza limiti di tempo, in quanto misura tesa a garantire la generale condizione esimente al medico competente che si sia trovato in condizione di non poter adempiere a un suo obbligo non per proprie responsabilità, ma per contingenti oggettive difficoltà operative nell'utilizzazione/funzionalità dello strumento telematico messo a disposizione in via sperimentale, stante l'incombenza della scadenza tassativa fissata per la trasmissione dei dati.

Si parte dal 22 maggio. Infine, il ministero precisa che il sistema operativo sarà accessibile ai medici competenti a partire dal 22 maggio 2013 sul sito www.inail.it per la fase preliminare di registrazione (login e password) necessaria per l'inserimento e invio dei dati. Contestualmente sarà disponibile anche il Manuale d'uso dell'applicativo sui siti www.inail.it e www.simlii.org e www.anma.it. Dal 31 maggio 2013, infine, il medico competente potrà inserire e trasmettere i dati relativi al 2012.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La denuncia dell'infortunio va online dal 1° luglio

del 12/02/2013

Via libera al nuovo modello di denuncia infortunio. Non solo imprese, ma pure i privati cittadini (i...

Prevenzione: infortuni sul lavoro, flessione al 9%

del 28/02/2013

Infortuni sul lavoro in flessione, nel nostro paese: al 31 dicembre 2012, infatti, le denunce di inc...

Sinistri, ora l'Inps drena 67 milioni dalle prestazioni

del 09/03/2013

In Italia, ogni anno, circa 800 mila persone riportano, a causa di incidenti stradali, lesioni più o...