Consulenza o Preventivo Gratuito

Paga dazio chi dice mezza verità alla polizia

del 14/05/2013
di: La Redazione
Paga dazio chi dice mezza verità alla polizia
Non basta presentarsi alla polizia dichiarando di essere il conducente del veicolo che però non è mai passato dalla strada della multa. Questa comunicazione equivale infatti a una omessa dichiarazione che resta sanzionata dal codice stradale.

Lo ha chiarito la Corte di cassazione, sez. VI civ. - 2, con l'ordinanza n. 5585 del 6 marzo 2013. Un automobilista incorso nei rigori dell'autovelox si è visto recapitare a casa una multa con invito alla comunicazione dei dati del conducente per la decurtazione dei punti. A causa della sua dichiarazione omissiva è stato elevato quindi un secondo verbale subito impugnato dall'interessato fino in cassazione ma senza successo.

L'omessa collaborazione dell'intestatario del veicolo sanzionato costituisce un illecito amministrativo, specifica la sentenza. In pratica il cittadino non può limitarsi a dichiarare di non essere mai transitato nel luogo dell'infrazione per liberarsi da ogni responsabilità. Solo comunicando tutti i dati e accettando la decurtazione dei punti non scatterà la seconda multa per mancata delazione.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Tir, serve il doppio esame per gli autisti indisciplinati

del 26/01/2013

L'autotrasportatore che subisce la decurtazione totale del punteggio disponibile sulla carta di qual...

Impugnazione multe: l'appello con rito ordinario

del 07/02/2013

Rito ordinario per l'appello contro le sentenze del giudice di pace sulle multe. L'impugnazione si p...

Impugnazione multe: l'appello con rito ordinario

del 07/02/2013

Rito ordinario per l'appello contro le sentenze del giudice di pace sulle multe. L'impugnazione si p...