Consulenza o Preventivo Gratuito

Il ricorso è inammissibile solo se non conforme

del 19/04/2013
di: Sergio Trovato
Il ricorso è inammissibile solo se non conforme
Nel processo tributario la sostanza prevale sulla forma. Pertanto il ricorso è valido anche se il difensore del contribuente non attesti, come impone la legge, che la copia depositata presso la segreteria della commissione sia conforme all'originale consegnato o spedito alla controparte. Il ricorso è inammissibile solo se originale e copia del ricorso siano sostanzialmente difformi. È quanto ha affermato la commissione tributaria provinciale di Avellino, quarta sezione, con la sentenza n. 19 del 13 febbraio 2013. Secondo la commissione, l'attestazione di conformità richiesta dalla legge deve essere effettuata dal difensore tecnico. Tuttavia, nel caso in cui venga omessa non è applicabile alcuna sanzione se «i resistenti costituiti non eccepiscono la difformità della copia del ricorso notificato e/o depositato dall'originale». Del resto, la Cassazione (sentenza 6780/2009) ha affermato che tutte le norme che prevedono sanzioni d'inammissibilità per gli atti processuali devono essere interpretate in modo restrittivo. Quello che conta, dunque, è l'effettiva difformità sostanziale, che è onere della controparte eccepire. Nel processo tributario, sia in primo grado che in appello, il ricorso va proposto mediante la notifica tramite ufficiale giudiziario, a mezzo posta o con consegna dell'atto alla controparte. Con la notifica del ricorso viene costituito il contraddittorio, ma non viene ancora incardinato il giudizio innanzi al giudice competente. Questo avviene con la costituzione della parte ricorrente, nelle forme e nei termini previsti dall'articolo 22 del decreto legislativo 546/1992. La costituzione deve avvenire entro il termine perentorio di 30 giorni dalla notifica del ricorso, a pena d'inammissibilità, che è rilevabile d'ufficio in ogni stato e grado del giudizio. Entro questo termine, il ricorrente deve depositare l'originale del ricorso notificato a norma degli articoli 137 e seguenti del Codice di procedura civile. Quindi tramite l'ufficiale giudiziario, che porta a conoscenza del destinatario il ricorso consegnandone una copia e dichiarando la conformità all'originale. Se il ricorso, invece, viene consegnato oppure spedito per posta deve essere depositato nella segreteria della commissione tributaria una copia del ricorso.

vota