Consulenza o Preventivo Gratuito

Se la cassa è negativa, al via l'accertamento fiscale

del 15/03/2013
di: di Benito e Nicola Fuoco
Se la cassa è negativa, al via l'accertamento fiscale
Se il saldo contabile del conto cassa è in rosso, opera una presunzione automatica di maggiori ricavi occulti, idonea a legittimare l'avviso di accertamento. Lo afferma la sesta sezione della Cassazione, nell'ordinanza 4713/2013 depositata lo scorso 25 febbraio. L'avvocatura dello stato proponeva ricorso contro una sentenza della Ctr di Firenze che aveva bocciato l'accertamento, basato sul riscontro di maggiori ricavi in nero, dedotti dall'esistenza del conto cassa negativo. Per sua stessa natura, infatti, la cassa non può mai essere negativa. Ciò implica, o che una parte di ciò che è entrato non è stato registrato in contabilità o che il segno meno deriva da errori di registrazione contabile. Il riscontro negativo della cassa dunque determina una presunzione di maggiori ricavi non contabilizzati, pertanto al contribuente accertato spetta la dimostrazione che tale anomalia si sia verificata per errori di contabilità. Sulla base di tale constatazione, la Corte ha cassato con rinvio la sentenza della Ctr di Firenze, che aveva ritenuto insufficiente la sola esistenza del conto cassa negativo per supportare la pretesa erariale. Da ciò deriva che una chiusura di cassa con segno negativo oltre a rappresentare, un'anomalia contabile, denota sostanzialmente l'omessa contabilizzazione di un'attività equivalente al disavanzo. Spetterà quindi al contribuente dimostrare che ciò sia imputabile a errori di registrazione in contabilità, dando prova, per esempio, della mancata rilevazione contabile di un versamento da parte del titolare di somme utilizzate per il sostenimento delle spese, poi avvallato dal successivo riscontro di un prelievo del titolare collegabile al precedente apporto privato.

© Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La Guardia di finanza rafforza gli accertamenti

del 25/01/2013

Guardia di finanza spalla delle Entrate per l'accertamento. Nel 2012 i verbali delle Fiamme gialle h...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Il nuovo redditometro non riesce a stanare i vip

del 29/01/2013

Il nuovo redditometro fa i conti con il passato. E il risultato non incoraggia affatto. Il vecchio a...