Consulenza o Preventivo Gratuito

Obiezione non fiscale se finanzia attività ingiuste

del 14/03/2013
di: La Redazione
Obiezione non fiscale se finanzia attività ingiuste
L'obiezione di coscienza non è tax compliance. La commissione tributaria provinciale di Modena ha reso nota la sentenza in merito al ricorso riguardante l'obiezione fiscale alle spese militari e abortive presentato dall'obiettore Andrea Mazzi, membro dell'associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, ricorso discusso in udienza pubblica il 24 aprile 2012.

La commissione ha respinto il ricorso non riconoscendo il diritto all'obiezione di coscienza fiscale quando i soldi versati vadano a finanziare attività ritenute gravemente ingiuste dalla libera coscienza del contribuente.

Nel caso dell'obiettore fiscale la protesta riguardava la destinazione delle proprie tasse al finanziamento di quelli considerati progetti di morte: spese militari e spese abortive.

La commissione non ha ritenuto di dover inviare gli atti per le problematiche sollevate dal contribuente alla corte di giustizia.

© Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...