Consulenza o Preventivo Gratuito

Polizza sanitaria forense, più assistenza e servizi

del 14/02/2013
di: La Redazione
Polizza sanitaria forense, più assistenza e servizi
Un'assistenza di primo livello per gli avvocati iscritti alla Cassa forense. Per il terzo anno consecutivo riparte la polizza sanitaria «Grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi» stipulata con Unisalute, società del gruppo Unipol specializzata in assicurazioni sanitarie. La polizza, che sarà operativa sino alla fine del 2013, è gratuita e automatica per tutti gli avvocati, praticanti e pensionati iscritti alla Cassa forense. Ma la novità di quest'anno riguarda la sottoscrizione di una polizza integrativa con cui Cassa forense offre ai sui associati la possibilità di ampliare la propria assicurazione sanitaria a condizioni assolutamente vantaggiose. La polizza base per i «Grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi», che arriva a coprire sino a un massimo di 260 mila euro annue per ciascun assicurato, risarcisce tutti i costi relativi al ricovero in strutture sanitarie pubbliche e private: le spese per l'operazione, la degenza, l'assistenza, le visite specialistiche, i trasferimenti, il vitto e l'alloggio dell'eventuale accompagnatore. Nella polizza rientrano anche le «Malattie oncologiche»: i costi dell'operazione, della degenza, dell'assistenza e delle terapie (con un tetto massimo di 15 mila euro all'anno nel caso di ricovero con intervento e 10 mila senza), ma anche le spese sostenute da un eventuale accompagnatore durante tutto il periodo della malattia. Delle vantaggiosi condizioni della polizza potranno godere anche i familiari degli associati. Sino al 28/02/2013, infatti, gli iscritti possono rinnovare o estendere la polizza sanitaria anche al proprio nucleo familiare pagando un premio annuo di 130 euro per ciascun componente. Al medesimo costo, anche i pensionati della Cassa forense non iscritti, i superstiti (titolari di pensione indiretta o di reversibilità di avvocati iscritti alla Cassa, con limite di età fissato a 90 anni) e i rispettivi nuclei familiari hanno la possibilità di aderire alla copertura assicurativa. Ma andiamo alla novità del 2013. La polizza sanitaria integrativa (sempre sottoscritta con Unisalute) prevede il rimborso delle spese sanitarie sostenute per ricoveri con intervento chirurgico non compreso nella polizza sanitaria di base, per ricoveri senza intervento, per interventi ambulatoriali, parti, prestazioni di alta diagnostica e visite specialistiche. Potranno aderire in modo volontario gli iscritti, i pensionati non iscritti, i superstiti di avvocato e i loro familiari facendo domanda entro il 28/02/2013. Questi i premi annui: per gli iscritti 1.050 euro, per i coniugi o conviventi 820 euro, per ciascun figlio 580 euro. Per ulteriori informazioni consultare il sito della Cassa forense (www.cassaforense.it) e la relativa sezione «Convenzioni».
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Da febbraio anche i senz'albo trovano una casa

del 24/01/2013

Riforma dei senz'albo in dirittura d'arrivo in Gazzetta Ufficiale. La legge approvata il 19 dicembre...

In agenda politica scompaiono i professionisti

del 24/01/2013

In Italia c'è un settore economico che, nonostante la crisi e la burocrazia, continua a dare segnali...

Richieste di scioglimento: ordini professionali litigiosi

del 25/01/2013

Ordini professionali sempre più litigiosi. Nel 2012 le polemiche sulle elezioni non hanno riguardato...