Consulenza o Preventivo Gratuito

Servizi: sempre più attenzione ai contribuenti

del 09/02/2013
di: La Redazione
Servizi: sempre più attenzione ai contribuenti
Il 30 gennaio scorso il direttore dell'Agenzia delle entrate, Attilio Befera, ha siglato l'accordo quadro nazionale con la Lapet, l'Associazione nazionale tributaristi guidata da Roberto Falcone. Obiettivo dell'intesa, rafforzare i servizi offerti ai clienti attraverso l'utilizzo dei servizi telematici, a cui, come già la Lapet ha avuto modo di evidenziare (si veda ItaliaOggi del 15 dicembre 2012), sempre più professionisti aderenti all'associazione ricorrono già da svariati anni.

Ora, come anticipato nell'ambito della videoconferenza tenutasi a Roma il 18 dicembre scorso, alla quale hanno preso parte anche i tributaristi Lapet, si sta procedendo a estendere tale intesa anche a livello regionale. «Alcuni nostri delegati hanno già sottoscritto l'accordo, altri sono in fase di istruttoria», ha aggiunto Falcone.

Con questo accordo l'associazione si impegna a incentivare la digitalizzazione delle relazioni, in particolare tramite il sistema Civis e Pec. Di contro, l'intesa prevede che l'Agenzia fornisca, entro un massimo di 10 giorni lavorativi, risposta alle richieste inviate all'indirizzo Pec e a quelle pervenute tramite Civis, in modo da ridurre l'afflusso dei tributaristi presso gli uffici e razionalizzare così i costi degli adempimenti fiscali.

Valore aggiunto dell'accordo è, per altro, la costituzione di un osservatorio che consenta di monitorare l'andamento delle attività intraprese sul territorio, valutando gli eventuali problemi nell'erogazione e fruizione dei servizi. «Abbiamo dato ampia disponibilità non solo ai fini del monitoraggio ma, attraverso la nostra esperienza, a suggerire anche eventuali miglioramenti, così come stiamo facendo in materia di mediazione tributaria, per la quale, a seguito dei numerosissimi accordi che le nostre sedi provinciali hanno già siglato con le rispettive agenzie territoriali, siamo presenti nei relativi osservatori-nuclei di valutazione del nuovo strumento», ha evidenziato il presidente. A tal proposito, mercoledì 6 febbraio scorso, nell'ambito dell'osservatorio provinciale di La Spezia si è proceduto alla nomina del relativo delegato con un sistema di rotazione periodica. Una novità assoluta introdotta nell'ottica di garantire il principio di rappresentanza di tutti i componenti. L'incontro, a cui ha preso parte il segretario nazionale Lapet Giovanna Restucci si è contraddistinto per la grande compliance con l'Amministrazione. «Massima la disponibilità delle categorie professionali e grande l'impegno dell'Agenzia nel rendere questo nuovo strumento il più efficiente ed efficace possibile nell'interesse del cittadino-consumatore, così ha commentato l'incontro il segretario Restucci: «A tal fine, per il mese di marzo è già in calendario un corso di aggiornamento, così come previsto dall'intesa, rivolto ad assicurare una adeguata informazione per i professionisti sia sui termini dell'accordo che sulle nuove procedure». L'impegno dei tributaristi Lapet non si ferma qui. «Quando l'Agenzia ha sollecitato un nostro parere in merito alla semplificazione degli adempimenti fiscali posti a carico dei cittadini/contribuenti, non abbiamo esitato, attraverso il nostro centro studi, a trasmettere i relativi suggerimenti. Riteniamo sia giunto il tempo di eliminare una volta per tutte l'eccesso di burocrazia ancora esistente in campo amministrativo», ha suggerito Falcone: «Semplificare giova non solo ai contribuenti, ma anche ai professionisti che li assistono, senza considerare i vantaggi che ne derivano per l'Amministrazione finanziaria».

vota