Consulenza o Preventivo Gratuito

Lotta all'evasione: l'Avvocatura vuole più fisco

del 09/02/2013
di: La Redazione
Lotta all'evasione: l'Avvocatura vuole più fisco
Per il 2012 l'attività dell'Avvocatura dello stato ha consentito all'amministrazione finanziaria di recuperare, su un valore contestato di 1,7 mld contestati, oltre 1,3 mld, con un costo per causa pari a 900 euro. L'Avvocatura dello stato potrebbe quindi dare «un maggior contributo» sul piano della «lotta all'evasione fiscale», attraverso «l'ampliamento mirato della difesa nelle controversie in materia tributaria, nonché degli interessi erariali in sede penale». Lo ha sottolineato, nel suo discorso di insediamento, l'avvocato generale dello stato, Michele Giuseppe Dipace. Oltre alla materia tributaria, Dipace ha sottolineato il rilievo delle cause trattate sul piano sovranazionale, che «impone di dare tempestiva risposta sul piano dell'organizzazione interna», mediante la «costituzione di un nucleo di avvocati per il contenzioso sovranazionale e internazionale». L'avvocato generale dello stato nel suo discorso di insediamento ha fornito una fotografia dell'attività giudiziaria degli avvocati dello stato. Sono dunque circa 1.200.000 le cause pendenti, che vedono impegnata l'Avvocatura dello stato, un numero che, ritiene l'avvocato, dimostra una «notevole crescita del contenzioso e un maggiore aggravio della funzione consultiva» dell'Avvocatura, a fronte di una «significativa carenza di organico». Se nel 1976, quando l'Avvocatura dello stato ha compiuto 100 anni, gli affari nuovi erano circa 41 mila, nel 2012 sono stati ben 155 mila, con una media negli ultimi dieci anni di circa 175 mila affari. «A fronte di tale smisurata crescita, ha rilevato Dipace, il ruolo degli avvocati e procuratori dello stato, che nel 1976 constava di complessive 276 unità, oggi comprende 370 unità, di cui soltanto 334 in servizio». Le cause pendenti, dunque, «anche a causa della notoria eccessiva durata dei processi», ha osservato Dipace, tra vecchie e nuove, sono circa 1.200.000: vi sono «diverse centinaia di migliaia di affari degli anni scorsi ancora pendenti», oltre alle 155 mila cause sopravvenute nel 2012, il che, secondo l'avvocato generale, «implica una mole di lavoro imponente per ogni avvocato, con una media di ben 488 nuovi affari annui pro capite». Nonostante questo, Dipace parla di «risultati altamente positivi», ricordando, i 346 affari trattati nel 2012 dinanzi ai giudici comunitari. A livello nazionale, nel 2012, sono stati trattati dall'Avvocatura dello stato 642 giudizi davanti alla Consulta, tra cui quello sulla fecondazione assistita eterologa e il conflitto di attribuzione tra Quirinale e Procura di Palermo sulle intercettazioni che coinvolgevano indirettamente Napolitano. Dipace, poi, ha ricordato l'attivita' consultiva dell'Avvocatura. In Cassazione, ha sottolineato l'avvocato generale, il contenzioso dello stato «ha rappresentato oltre un terzo di tutto quello all'esame della Suprema corte e, di questo terzo, circa il 90% è costituito dal contenzioso tributario». Dalle statistiche del 2012, emerge l'elevata entità del contenzioso di pertinenza dell'Agenzia delle entrate e l'esito dei giudizi si conferma favorevole all'erario, con una percentuale di vittoria di oltre il 70%. «Ciò significa che, su un valore annuo di 1,7 miliardi di euro contestato, il valore delle cause con esito favorevole all'amministrazione tributaria», ha concluso Dipace, «è pari a 1,3 miliardi di euro». Ogni causa «quale che sia la sua durata e il numero di gradi di giudizio, costa allo stato in media, negli ultimi anni, meno di 900 euro». Lo ha detto l'avvocato generale dello stato, Michele Dipace, nel suo discorso di insediamento. «Il costo che lo stato sopporta per l'esistenza e la gestione dell'Avvocatura», ha sottolineato, «è di circa 160 milioni di euro annui, comprensivi di ogni voce, compresi i redditi figurativi degli immobili utilizzati e gli onorari riscossi nelle cause vinte». Queste ultime sono pressocche' i due terzi del totale, escludendo le controversie sulla legge Pinto, in materia di eccessiva durata dei processi.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...