Consulenza o Preventivo Gratuito

Più difficile esportare l'olio patacca nel Nord Europa

del 08/02/2013
di: di Alberto Grimelli
Più difficile esportare l'olio patacca nel Nord Europa
Sarà più difficile esportare nel Nord Europa del falso extravergine contando su scarsi controlli e poca attenzione. Approvate, infatti, le modifiche ai regolamenti comunitari 29/2012 e 2568/91, anticipate da ItaliaOggi del 23 gennaio 2013. Tutti i paesi membri dell'Unione europea saranno obbligati a effettuare delle verifiche sull'extra vergine presente nel proprio mercato. Qualsiasi stato membro avrà inoltre l'obbligo di effettuare controlli qualora riceva segnalazioni di irregolarità dalle autorità di controllo di un altro paese comunitario. Al fine di facilitare queste operazioni, gli operatori che operino sul mercato comunitario saranno obbligati a tenere un registro di carico e scarico, per ciascuna categoria commerciale di olio d'oliva, similmente a quello già operativo in Italia e conosciuto come registro Sian. Il Comitato di gestione Ue sull'olio d'oliva ha già approvato queste misure ma il via libera definitivo si attende per aprile. Si tratta di misure molto attese dai paesi produttori d'olio d'oliva che invocavano a gran voce misure di trasparenza dopo gli scandali che hanno colpito Spagna e Italia nei mesi scorsi. È stata inoltre introdotta la norma anti-rabbocco per le bottiglie d'olio presenti nel canale Horeca. L'esperienza della legge italiana 81/2006 che vieta l'utilizzo di ampolle nei ristoranti, infatti, non aveva scoraggiato l'abitudine di riempire le bottiglie con oli di altra provenienza, con rischi per i produttori su cui ricadeva l'obbligo di garantire la genuinità del prodotto contenuto nella loro confezione. Il problema verrà risolto con l'obbligo di avere sui tavoli dei ristoranti bottiglie con tappi antiriempimento, simili a quelli utilizzati per i supercalcolici. Le dimensioni dei caratteri per l'indicazione obbligatoria d'origine vengono inoltre così regolamentati: «2 mm, se il volume nominale del contenitore è uguale o inferiore a 25 cl; 3 mm, se il volume nominale del recipiente è superiore a 25 ma inferiore o uguale a 100 cl; 4 mm se il volume nominale del recipiente è superiore a 100 cl» Disciplinata infine un'altra dicitura facoltativa, l'anno di produzione, che sarà inseribile solo se l'olio contenuto è interamente prodotto nella campagna olearia indicata. La nuova normativa comunitaria entrerà in vigore dal 1° gennaio 2014.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Antiriciclaggio in agguato sui mandatari politici

del 24/01/2013

Mandatari politici. Antiriciclaggio in agguato. Nessuna deroga per banche e poste alle prese con l'a...

Aggiotaggio del manager, capogruppo responsabile

del 30/01/2013

Scatta la condanna per responsabilità amministrativa dell'ente ai sensi della «231» a carico della s...

Evasore fiscale: soggetto socialmente pericoloso

del 31/01/2013

L'evasore fiscale incallito va considerato un soggetto «socialmente pericoloso». È questa la definiz...