Consulenza o Preventivo Gratuito

Solidarietà: una tassa fair play per il calcio mercato

del 08/02/2013
di: Tancredi Cerne
Solidarietà: una tassa fair play per il calcio mercato
Per incoraggiare una migliore redistribuzione dei fondi dai club più ricchi a quelli meno abbienti, Bruxelles ha proposto di istituire una tassa di fair play sugli importi dei trasferimenti dei giocatori al di sopra di una certa cifra. A determinare la soglia limite, l'aliquota della tassa e il suo campo di applicazione dovranno essere le federazioni internazionali dopo aver ascoltato le richieste delle società. Per essere certi che la compensazione di solidarietà venga versata ai club minori, la Commissione ha proposto di dare maggiore pubblicità agli spostamenti dei giocatori e di fissare un limite massimo al numero di calciatori per società. Oltre a questo, gli esperti di Bruxelles hanno messo in luce la necessità di regolamentare il meccanismo del prestito dei giocatori e di affrontare il problema della proprietà di terzi in relazione ai diritti dei giocatori. I club di calcio, secondo l'Europa, dovrebbero essere incoraggiati a non spendere di più di quanto incassano. «Servono nuove regole sul fair play finanziario», si legge nel documento elaborato dalla Commissione. E per limitare i costi di trasferimento gonfiati, Bruxelles ha raccomandato che alle società non venga consentito di prolungare il periodo di protezione durante cui un giocatore ha bisogno del loro consenso per esser trasferito. In base all'analisi della Commissione, le società calcistiche spendono ogni anno in Europa circa 3 miliardi di euro per i trasferimenti di calciatori il cui numero è più che triplicato nel periodo 1995-2011. Mentre gli importi spesi per i trasferimenti sono aumentati di ben sette volte.

© Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Gare e regole da seguire

del 16/03/2015

Sono i parametri del decreto 143/13 quelli che devono stabilire il compenso. Il criterio dell’offert...