Consulenza o Preventivo Gratuito

Orari dei negozi, il sindaco non può dettare ordinanze

del 07/02/2013
di: Cinzia De Stefanis
Orari dei negozi, il sindaco non può dettare ordinanze
No all'ordinanza del sindaco con la quale si impartiscono disposizioni ai titolari degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio sulle aree private in ordine agli orari ed alle giornate di apertura e chiusura. Si prescriva che gli esercizi commerciali avrebbero potuto restare aperti tutti i giorni della settimana dalle ore 7,00 alle ore 22,00, per non più di 13 ore giornaliere, oltre alla chiusura obbligatoria nelle giornate festive, tranne in quelle specificatamente indicate con ordinanza previa intesa con le organizzazioni sindacali. Questo è quanto stabilito dal Tar per l'Abruzzo (sede de L'Aquila), con la sentenza del 25 gennaio 2013 n. 99, che ha annullato l'ordinanza di un Sindaco giudicandola di contrasto proprio con l'art. 3 comma 1, del dl 223/2006 (come modificato dal dl 6/12/2011 n.201, convertito con legge 22/12/2011, n. 214). Tale norma recita: «Ai sensi delle disposizioni sull'ordinamento comunitario in materia di tutela della concorrenza e libera circolazione delle merci e dei servizi e al fine di garantire la libertà di concorrenza secondo condizioni di pari opportunità ed il corretto ed uniforme funzionamento del mercato, nonché di assicurare ai consumatori finali un livello minimo e uniforme di condizioni di accessibilità all'acquisto di prodotti e servizi sul territorio nazionale, ai sensi dell'articolo 117, comma secondo, lettere e) ed n) della Costituzione, le attività commerciali, come individuate nel decreto legislativo 31 marzo 1998, n.114, e di somministrazione di alimenti e bevande sono svolte senza i seguenti limiti e prescrizioni:…... d-bis) il rispetto degli orari di apertura e di chiusura, l'obbligo della chiusura domenicale e festiva, nonché quello della mezza giornata di chiusura infrasettimanale dell'esercizio». Tale disposizione concludono i giudici amministrativi elimina dunque qualsiasi possibilità di limitazione negli orari o nei giorni di apertura e chiusura degli esercizi commerciali.

vota