Consulenza o Preventivo Gratuito

Condanne per reati, la verifica si può fare online

del 05/02/2013
di: Marilisa Bombi
Condanne per reati, la verifica si può fare online
Attivata la procedura per la richiesta delle risultanze del casellario giudiziale online. Viene, in pratica, data attuazione a quanto era stato disposto dall'art. 39 del dpr 313/2002, ovvero il Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti. Con l'art. 39 del testo unico era stata prevista la consultazione diretta del sistema telematico del Ministero della giustizia, oltre che da parte dell'autorità giudiziaria anche da parte delle amministrazioni pubbliche e dei gestori di pubblici servizi. E ciò, al fine della verifica del possesso dei requisiti di onorabilità prescritti dalla relativa disciplina per coloro i quali sono intenzionati a esercitare un'attività economica, quale ad esempio il commercio, l'attività di somministrazione, agenzie di affari. Verifica che, fino ad oggi, è stata effettuata con la tradizionale modalità cartacea. La novità è conseguente alla entrata in vigore del decreto 5 dicembre 2012, pubblicato in Gazzetta lo scorso 21 dicembre scorso e con il quale sono state fissate le regole procedurali di carattere tecnico operativo per l'attuazione della consultazione diretta. Per poter utilizzare il sistema telematico, tuttavia, sarà necessaria la stipula di una convenzione da richiedere utilizzando la modulistica (Allegato C) del decreto del 5 dicembre 2012. In seguito alla richiesta, l'ufficio del Casellario svolgerà le necessarie verifiche e avvierà la procedura per la stipula di convenzione con il richiedente su fruibilità dei dati e garanzia del pieno rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali, di accesso ai documenti amministrativi, di tutela del segreto e di divieto di divulgazione. Nella convenzione saranno stabiliti anche termini e condizioni per garantire che il certificato contenga solo i dati pertinenti con i compiti istituzionali delle amministrazioni interessate.

vota