Consulenza o Preventivo Gratuito

Legge di stabilità, liste di mobilità senza proroga

del 18/01/2013
di: Giovanni Cruciani
Legge di stabilità, liste di mobilità senza proroga
Inaspettatamente e poco opportunamente dal 1° gennaio 2013, almeno ad una prima lettura della vigente normativa, non risulta disposta la proroga della disposizione della legge 236/93, riguardante la possibilità d'iscrizione nelle liste di mobilità per i lavoratori licenziati da imprese con meno di 15 dipendenti, consentita dall'art. 33, comma 23, della legge n.183/2011 sino al 31/12/2012. Fino ad ora la proroga era stata disposta anno per anno mentre dal 1° gennaio 2013 se non arriveranno delle novità dovremo considerare conclusa anche questa possibilità con la conseguente impossibilità di poter utilizzare anche le agevolazioni che erano previste per le aziende che assumevano i lavoratori da tali elenchi. Per cui al momento la situazione è la seguente:

- lavoratori licenziati a far data dall'1/1/2013 per i quali al momento la possibilità di iscrizione è preclusa;

- lavoratori licenziati entro il 31/12/2012, che sono ancora nei termini per richiedere l'iscrizione nella lista di mobilità tramite i centri impiego, i quali possono essere iscritti ma poi occorrerà verificare se esiste la copertura economica per la concessione dei benefici contributivi previsti per le aziende che li riassumeranno, dal momento che anche quest'ultime non risultano ancora rifinanziate;

- lavoratori che al 31/12/2012 risultano regolarmente iscritti nelle liste di mobilità, essendo stati a suo tempo licenziati da imprese con meno di 15 dipendenti; anche per costoro la mancata proroga della norma che prevede la copertura finanziaria dei costi di applicazione della stessa, impedisce le assunzioni agevolate di cui all'art. 8 della legge n. 223/91.

C'è la preoccupazione di perdere un'opportunità per le aziende ed i lavoratori con l'auspicio che si disponga che sia ancora possibile fare ricorso alla norma di cui alla legge n. 236/93, così da consentire, attraverso i benefici contributivi che accompagnano l'assunzione a termine dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità senza titolo all'indennità, un impulso positivo alla ripresa delle assunzioni e si favorisca il superamento della pesante e persistente crisi produttiva e lavorativa.

vota