Consulenza o Preventivo Gratuito

Rimborsi Irap, rientra il forfait del 10% sul personale

del 19/12/2012
di: di Andrea Bongi
Rimborsi Irap, rientra il forfait del 10% sul personale
Il fisco del 2013 parte con i rimborsi delle maggiori imposte dirette pagate per effetto della deducibilità limitata dell'Irap sul personale. Nel calcolo della maggiore imposta deducibile si potrà tenere di conto anche della quota di deducibilità forfettaria del 10%, a patto che alla determinazione della stessa abbiano concorso, anche in misura limitata, gli interessi passivi. Da non sottovalutare inoltre il fatto che gli importi da richiedere a rimborso potrebbero contribuire al miglioramento del bilancio civilistico grazie all'appostazione di un elemento patrimoniale attivo costituito appunto dalle maggiori imposte dirette pagate. Sono questi alcuni dei principali effetti del provvedimento n. 140973 del direttore dell'Agenzia delle entrate che ha approvato i modelli per la richiesta di rimborso per mancata deduzione dell'irap relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato prevista dall'articolo 2, comma 1-quater, del dl 201/2011, e la relativa tempistica degli invii telematici (si veda ItaliaOggi di ieri).

Le annualità oggetto di rimborso. Per effetto della disposizione contenuta nel comma 1-quater dell'articolo 2 del dl 201/2011, il ritardo nell'emanazione del provvedimento attuativo non incide sul diritto al rimborso che rimane ancorato alle maggiori imposte dirette versate dal 28 dicembre 2007, ossia ai 48 mesi antecedenti alla data di entrata in vigore della legge di conversione del suddetto decreto legge. Le annualità che potranno formare oggetto di richiesta di rimborso saranno esattamente le ultime quattro ovvero: il 2008, il 2009, il 2010 e il 2011.

Il calcolo dell'importo rimborsabile. Per determinare la quota di Ires o Irpef rimborsabile o la maggior perdita d'impresa che può essere riportata al periodo d'imposta successivo, il modello di rimborso prevede una sorta di slalom al quale il contribuente deve sottoporsi all'interno dei vari righi e sezioni. Nella sezione I dello stesso, dedicata appunto alla determinazione del rimborso, occorre indicare nel rigo RI3, colonna 1, la quota di versamenti Irap effettuati, sia in acconto che in saldo, sulla base della quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato non deducibile. Nella colonna 2 dello stesso rigo dovrà essere indicata, in diminuzione, la quota forfettaria del 10% dell'Irap pagata nel medesimo esercizio solo se la stessa era unicamente giustificata dal costo del lavoro, in assenza quindi di interessi passivi e oneri assimilati. In colonna 3 del rigo RI3 si indicherà infine l'Irap deducibile data dalla differenza fra la quota parte dei versamenti irap riferiti al costo del lavoro indeducibile (colonna 1) e la deduzione forfettaria del 10% (colonna 2).

© Riproduzione riservata

vota