Consulenza o Preventivo Gratuito

Tutte le novità dal mondo del lavoro di gennaio

del 14/12/2012
di: Celeste Vivenzi
Tutte le novità dal mondo del lavoro di gennaio
C.O.: NUOVA MODULISTICA DA GENNAIO 2013

Il ministero del lavoro ha reso noto che dalle ore 19 del 10 gennaio 2013 entreranno in vigore i nuovi standard tecnici relativi agli aggiornamenti delle Comunicazioni obbligatorie (nuova assunzione, proroga, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro). Il ministero del lavoro e delle politiche sociali (nota n. 16176 del 19 novembre 2012) ha fornito le seguenti indicazioni operative riguardo alle nuove c.o.: - il modello unificato potrà essere usato per comunicare in via contestuale l'assunzione a tempo determinato di più lavoratori del settore agricolo e tale modifica sarà utilizzabile anche per tutti gli altri settori diversi da quello agricolo; - per i lavoratori portatori di agevolazioni sarà possibile indicare nei modelli diversi codici agevolativi; - nel caso di prosecuzione del rapporto di lavoro a tempo determinato oltre il termine previsto sarà possibile comunicare tale prosecuzione tramite il modello unificato Lav (quadro «proroga»); - per gli apprendisti è stato invece inserito il campo «data fine periodo formativo» e la dicitura «fine periodo formativo»; - le rettifiche formali (come rettifica dei dati) potranno essere effettuate anche dopo cinque giorni dalla data della comunicazione; è stato infine rivisitato anche il modello «Uni-Somm».

NOVITÀ IN MATERIA DI CONTRATTO A TERMINE

Il ministero del lavoro ha regolamentato (in ritardo rispetto alla scadenza prevista per il 18 agosto 2012) in data 10 ottobre 2012 le modalità operative di comunicazione della prosecuzione del contratto di lavoro a termine. La norma modificata dalla riforma del lavoro prevede per il datore di lavoro di continuare il rapporto fino a 30/50 giorni dalla scadenza del contratto riconoscendo una maggiorazione retributiva del 20% fino al decimo giorno e del 40% per ciascun giorno ulteriore. Il datore di lavoro, nel caso di specie, deve inviare con la procedura Unilav (entro la scadenza del termine del contratto iniziale) la proroga tenendo conto che dal 25 novembre 2012 (data di entrata in vigore dell'obbligo di comunicazione) dovrà compilare il vecchio campo proroga; a far data invece dal 10 gennaio 2013 tale comunicazione verrà fatta attraverso la compilazione del nuovo Unilav (nota ministero n. 15322 del 31 ottobre 2012).

VERSAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA SUL TFR

Entro il 17 dicembre 2012 i sostituti d'imposta devono versare l'acconto dell'imposta sostitutiva, nella misura dell'11% sulle rivalutazioni dei Tfr presenti in azienda ovvero sui Tfr versati al Fondo di tesoreria Inps al 31 dicembre 2011 (in questo caso l'imposta verrà poi recuperata dal datore di lavoro attraverso il conguaglio contributivo). L'importo dell'imposta sostitutiva deve essere versato mediante Modello F24: - in acconto (nella misura del 90%), entro il 17 dicembre 2012 con il codice tributo 1712; - a saldo entro il 18 febbraio 2013 utilizzando il codice tributo 1713.l c.

CONTRATTI DI SOMMINISTRAZIONE

Il ministero del lavoro e delle politiche sociali (interpello n. 36 del 22 novembre 2012,) ha ribadito che la contrattazione collettiva potrà indicare una data diversa rispetto a quella prevista in via ordinaria (31 gennaio anno successivo) per effettuare la comunicazione periodica dei contratti di somministrazione alla rappresentanza sindacale unitaria ovvero alle rappresentanze aziendali e alle associazioni territoriali di categoria aderenti alle confederazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. La sanzione, nel caso di specie, scatterà se non sarà rispettato il nuovo termine stabilito dalla contrattazione.

DIMISSIONI IN BIANCO: IL MINISTERO RISPONDE

L'università di Firenze ha posto al ministero del lavoro un quesito in merito all'applicazione pratica della convalida delle dimissioni in bianco per i dipendenti dell'università (novità prevista dalla legge n. 92-2012 a far data dal 18 luglio 2012). Il ministero del lavoro e delle politiche sociali ha risposto (interpello n. 35 del 22 novembre 2012 ) che la validazione delle dimissioni presso la competente Direzione territoriale del lavoro ovvero presso i Centri per l'impiego o le sedi individuate dalla contrattazione collettiva non è immediatamente applicabile al personale delle pubbliche amministrazioni e, nel caso di specie, alle università.

vota