Consulenza o Preventivo Gratuito

Arbitrati, censimento tra giudici per incompatibilità

del 14/12/2012
di: di Valerio Stroppa
Arbitrati, censimento tra giudici per incompatibilità
Al via il censimento degli arbitrati tra i giudici tributari. L'obiettivo è individuare eventuali incompatibilità. I componenti delle Ctp e delle Ctr dovranno comunicare entro la fine dell'anno ai rispettivi presidenti l'eventuale partecipazione a collegi arbitrali, nonché l'assunzione di incarichi di arbitro unico. L'articolo 1, comma 18 della legge n. 190/2012 (cosiddetta «anticorruzione»), infatti, ha vietato l'intervento nelle risoluzioni alternative delle controversie a tutti i magistrati: siano essi ordinari, amministrativi, contabili, militari, oppure avvocati e procuratori dello stato, nonché giudici tributari. Pena la perdita del posto. Da qui l'esigenza di procedere alla «mappatura» degli eventuali incarichi pendenti negli organici dei giudici del fisco. In Emilia-Romagna, per esempio, il presidente della Ctr, Aldo Scola, ha sollecitato tutti i magistrati tributari della propria regione a rendere noto se vi siano casi di incompatibilità, richiedendo la risposta (da rendere entro il 31 dicembre 2012) «anche in senso negativo». Iniziative analoghe sono state assunte in altre parti d'Italia.
vota