Consulenza o Preventivo Gratuito

Stabilità, ok la camera ma il testo cambierà al senato

del 23/11/2012
di: La Redazione
Stabilità, ok la camera ma il testo cambierà al senato
Via libera finale dell'aula della camera al ddl stabilità, che passa ora all'esame del senato. La legge è stata approvata con 372 favorevoli e 73 contrari e 16 astenuti. L'aumento delle detrazioni per i figli e il dietrofront su sgravi Irpef e rincaro Iva, l'ampliamento della platea degli esodati e il fondo taglia-tasse dal 2013, sono le novità principali del ddl stabilità dopo il primo esame alla camera; un esame più complicato del previsto, con una triplice fiducia sul testo uscito dalla commissione bilancio (si veda ItaliaOggi di ieri). Al senato restano ancora alcuni nodi da sciogliere. E sono questioni spinose, anche con problemi di copertura: dal ripristino dell'indicizzazione per le pensioni di guerra alle modifiche per la Tobin tax, dalla deroga al patto di stabilità interno per i comuni colpiti dal maltempo ai 250 milioni sottratti al fondo per l'aumento della produttività. Anche a palazzo Madama si profila così un esame complesso e impegnativo. Sul fronte fiscale, le novità più rilevanti sono l'aumento a 1.220 euro delle detrazioni per i figli sotto i tre anni, mentre per quelli sopra i tre anni lo sconto fiscale sale a 950 euro. Per i figli disabili, invece, le detrazioni crescono di 400 euro. Eliminata poi la riduzione di tetti e franchigie prevista inizialmente. Non cambiano le aliquote Irpef e sfuma così l'atteso alleggerimento fiscale per i redditi più bassi. Resta però invariata l'Iva agevolata al 10%, che sarebbe dovuta aumentare di un punto. L'imposta sul valore aggiunto fissata al 21%, invece, aumenterà al 22%.
vota