Consulenza o Preventivo Gratuito

Riforma sostenibilità a 50 anni al test dei delegati

del 10/11/2012
di: La Redazione
Riforma sostenibilità a 50 anni al test dei delegati
La Cassa dei ragionieri si gioca il tutto per tutto. Il consiglio di amministrazione dell'Ente, guidato da Paolo Saltarelli, presenterà oggi per la seconda volta ai delegati la riforma per la sostenibilità a 50 anni (innalzamento del contributo soggettivo al 15% e dell'età pensionabile a 68 anni) che il 25 settembre non aveva ottenuto l'ok dalla base. Saltando così l'appuntamento del 30 settembre, data ultima indicata dal decreto Salva-Italia (legge 214 del 2011) e che prevedeva, come diretta conseguenza, il passaggio al metodo di calcolo delle pensioni di tipo contributivo e l'applicazione del contributo di solidarietà dell'1% a carico dei pensionati per il 2012 e il 2013. Da fine settembre a oggi però qualcosa si è mosso, il presidente della Cassa infatti oltre a scrivere ai delegati in molti casi li ha incontrati per convincerli della bontà della riforma e della necessità di scongiurare la nomina di un commissario. Risolto il problema dell'equilibrio a 50 anni, tuttavia, c'è da affrontare il nodo dei flussi demografici. Con la creazione dell'albo unico dei commercialisti, a partire dal 2008, in pochi si sono iscritti all'ente. «Noi questa legge l'abbiamo subita», ha detto Saltarelli a Pisa, «e quindi il problema non può essere considerato solo nostro. Considerando il no all'unificazione di Cassa dottori, ci indichi il governo quale strada percorrere. Noi da tempo sosteniamo che i tempi sono maturi per pensare a un ente unico che almeno cominci a discutere sull'assistenza e sui sistemi informatici per creare delle economie di scala». Sulla stessa linea Alessandro Visparelli della Cassa dei consulenti del lavoro che ha spiegato: «C'è da mettere al riparo la previdenza dei professionisti da futuri scossoni causati dal mercato o dalle leggi. E solo con un progetto comune possiamo garantirci una prospettiva più serena». E se Marco Cuchel del sindacato dei commercialisti Anc pensa a nuovi percorsi che contemplino anche i professionisti non regolamentati, Nedo Poli, segretario della bicamerale di controllo sugli enti previdenziali, ha detto: «Da Pisa parte una proposta innovativa sulla quale cominciare a lavorare alla camera».
vota