Consulenza o Preventivo Gratuito

A Milano non si emigra più dal Sud ma dalla Lombardia

del 22/08/2012
di: Francesco Cerisano
A Milano non si emigra più dal Sud ma dalla Lombardia
Cambiano i tempi e crolla un mito: a Milano non si emigra più dalle regioni del Sud ma dal Nord. Anzi da molto vicino visto che nei primi sei mesi del 2012, su 9.672 cittadini italiani che hanno ottenuto la residenza sotto la Madonnina, 5.008 arrivano proprio dalla Lombardia, mentre 547 provengono dal Piemonte e 377 dall'Emilia Romagna. Dal Meridione sono arrivate a Milano 2.107 persone. In testa la Campania con 618, a seguire la Puglia con 523 e la Sicilia con 472. Solo 958 gli arrivi dal Centro Italia (di cui 360 dal Lazio e 253 dalla Toscana). A dare i numeri sui flussi migratori degli ultimi mesi è stata l'anagrafe di palazzo Marino. Ne emerge un quadro molto diverso rispetto agli anni 80 e 90 quando (dopo la Lombardia, in testa anche allora) al secondo posto nella classifica dei neoresidenti c'erano i pugliesi (7%) seguiti da siciliani (6%), campani (5,5%) e calabresi (4%). Solo sesto il Piemonte con il 3,81%. Allargando lo sguardo ai paesi della zona Ue è la Romania a guidare la classifica dei trasferimenti a Milano con 172 neomilanesi nei primi sei mesi del 2012. Seguono i francesi (100), gli inglesi (79), gli spagnoli (70), i tedeschi (56), gli olandesi (14), i lussemburghesi (11). Fuori dall'Unione europea, nel 2012 ci sono stati 52 arrivi dagli Stati Uniti, 45 dalla Svizzera, 31 dal Giappone, 11 da Israele.

vota