Consulenza o Preventivo Gratuito

Mobilità in deroga, le istanze inviabili anche online

del 28/07/2012
di: di Carla De Lellis
Mobilità in deroga, le istanze inviabili anche online
Traslocano online le domande di mobilità in deroga. Dal 1° luglio, infatti, è operativa la procedura che consente ai cittadini l'invio telematico delle domande di accesso al trattamento di mobilità in deroga. Fino al 31 agosto tuttavia sarà possibile presentare le domande ancora su modello cartaceo. Lo stabilisce l'Inps nella circolare n. 102/2012.

Nel dettaglio, la circolare spiega che, a partire dal 1° luglio 2012, la presentazione delle domande di indennità di mobilità in deroga avviene attraverso uno dei seguenti canali:

  • Web-servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite Pin dal portale dell'Inps;

  • Patronati/intermediari dell'Inps, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;

  • Contact center integrato (che risponde al numero telefonico 803164).

    Nell'ipotesi di utilizzo del canale web, l'articolazione del servizio prevede una prima sezione dedicata alle «informazioni», in cui sono riportato sinteticamente le principali caratteristiche della prestazione in argomento (beneficiari, requisiti, importi, durata). La seconda sezione è relativa allo «invio della domanda». Prevede più sottosezioni tra cui il »dettaglio dati anagrafici» e il «dettagli indirizzi»; il campo relativo alla «ultima posizione lavorativa utile ai fini della concessione della mobilità in deroga». Infine, è prevista la sezione «compilazione domanda». Questa sezione consente di completare l'acquisizione della domanda e di procedere all'invio vero e proprio. In caso di richiesta di Anf (assegno nucleo familiare), verrà chiesta la compilazione degli ulteriori dati necessari per l'eventuale calcolo della prestazione. Completata l'acquisizione e confermato l'invio, la domanda è protocollata ed è possibile stampare la ricevuta di presentazione, nonché il prospetto dei dati trasmessi.

    L'Inps spiega, infine, di aver previsto un periodo transitorio, fino al 31 agosto 2012, durante il quale le domande potranno ancora essere presentate secondo le consuete modalità. Al termine del predetto periodo, e quindi dal 1° settembre, il canale telematico diventerà l'unico mezzo di presentazione delle richieste di mobilità in deroga. Da tale data, pertanto, per gli uffici Inps non sarà procedibile la domanda di mobilità in deroga pervenuta in forma cartacea o attraverso altri canali telematici non previsti dalla circolare.

  • vota