Consulenza o Preventivo Gratuito

Vaticano promosso a metà sull'antiriciclaggio

del 19/07/2012
di: Tancredi Cerne
Vaticano promosso a metà sull'antiriciclaggio
Santa Sede promossa a metà in trasparenza. Il primo rapporto elaborato dal Moneyval sul Vaticano dopo la visita compiuta a Roma nel novembre scorso ha messo in evidenza luci e ombre di un sistema finanziario votato al miglioramento ma ancora opaco sotto molti aspetti.

«In brevissimo tempo la Santa Sede ha fatto enormi progressi nella lotta al riciclaggio dei capitali e al finanziamento del terrorismo», si legge nel documento presentato ieri dall'organismo del Consiglio d'Europa. «Molte delle norme sono addirittura a posto. Tuttavia bisogna ancora rivedere alcune procedure per poter certificare che tutti i controlli funzionino e che non ci siano più rischi di falle nel sistema». In particolare, delle 45 raccomandazioni internazionali del GAFI, la Santa Sede è stata giudicata non conforme o parzialmente conforme a 23, e conforme o largamente conforme alle rimanenti 22. Ma delle 16 raccomandazioni ritenute essenziali per la lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, 7 non hanno ricevuto la promozione del Moneyval: si tratta, in particolare, della segnalazione di operazioni sospette, regolazione, supervisione, monitoraggio, cooperazione, implementazione di strumenti Onu, e congelamento e confisca di asset terroristici. Promozione a tutto tondo, invece, sul versante del contrasto al riciclaggio, misure di confisca, leggi sulla riservatezza, assistenza legale, trattamento penale del finanziamento al terrorismo e cooperazione internazionale. Non sono mancate bacchettate nemmeno dirette allo Ior, per cui si è chiesto di fare quanto prima chiarezza attraverso l'intervento di un valutatore indipendente.

«E' fortemente raccomandato che l'Istituto per le Opere di Religione sia sottoposto nel prossimo futuro alla vigilanza prudenziale di un supervisore indipendente e che vengano da quest'ultimo applicati i requisiti di affidabilità e correttezza al senior management delle istituzioni finanziarie», hanno avvertito gli esperti del Moneyval. Immediata la replica della Santa Sede. «Abbiamo compiuto un passo definitivo, ponendo le fondamenta di un sistema di lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, che sia solido e sostenibile», ha affermato il sottosegretario per i rapporti con gli Stati, monsignor Ettore Balestrero, esprimendo soddisfazione per i risultati raggiunti ma anche la consapevolezza di ciò che si deve ancora compiere.

vota