Consulenza o Preventivo Gratuito

Professionisti: L'Inps continua la caccia ai contributi

del 06/07/2012
di: di Daniele Cirioli
Professionisti: L'Inps continua la caccia ai contributi
Professionisti ancora nel mirino dell'Inps. Proseguendo nell'operazione Poseidone, infatti, l'istituto di previdenza ha iscritto d'ufficio alla gestione separata avvocati, ragionieri, commercialisti e altri colleghi professionisti che risultano scoperti dal punto di vista previdenziale. In particolare l'Inps ha individuato i soggetti che hanno denunciato redditi ai fini fiscali nel quadro Re del modello UnicoPf 2007 (periodo d'imposta 2006) ma che risultano non aver versato contributi per quegli stessi redditi né a una cassa professionale né all'Inps. Ai professionisti così identificati, sta inviando una lettera in cui comunica l'iscrizione d'ufficio alla gestione separata e chiede il pagamento dei contributi non versati, debitamente quantificati con annesse sanzioni civili. A renderlo noto è lo stesso Inps, nel messaggio n. 10550/2012.

Operazione Poseidone 2007. Prosegue, dunque, l'operazione di verifica delle posizioni contributive Poseidone, iniziata nel 2009. Di mira, stavolta, i soggetti che hanno dichiarato nel quadro RE del modello Unico PF anno 2007, periodo d'imposta 2006, redditi provenienti da arti e professioni denunciate con specifici codici Ateco. Ai soggetti così individuati, l'Inps ha proceduto, con decorrenza 1° gennaio 2006, a inviare la comunicazione d'iscrizione d'ufficio alla gestione separata e alla quantificazione della contribuzione omessa, comprensiva delle sanzioni civili. Contestualmente sono state inviate le lettere con richiesta della contribuzione dovuta ai soggetti già iscritti alla gestione separata per i quali non risulta versata la contribuzione neanche in forma rateale.

I professionisti esclusi. Dall'invio delle comunicazioni, precisa l'Inps, sono stati esclusi i professionisti in regola con la contribuzione soggettiva dovuta alla propria cassa professionale oppure pensionati delle stesse casse professionali. In quest'ultimo caso, peraltro, se il professionista-pensionato continua a esercitare la specifica attività professionale, per l'esclusione l'Inps ha verificato che lo stesso stia versando o abbia solo optato per il versamento del contributo minimo alla stessa cassa. Tra gli altri, sono stati esclusi dall'operazione Poseidone i professionisti per i quali è presente un accertamento per l'anno 2006 oppure risulti presente il versamento di contributi con competenza dell'anno 2006, anche in assenza del quadro RR di Unico.

vota