Consulenza o Preventivo Gratuito

Equitalia, l'appello è impugnabile davanti al Giudice

del 06/06/2012
di: Debora Alberici
Equitalia, l'appello è impugnabile davanti al Giudice
Impugnabile in appello da Equitalia la decisione con la quale il giudice di pace accoglie la domanda di risarcimento del danno per l'illegittimità del fermo amministrativo. Non è necessario il ricorso straordinario in Cassazione. Lo ha stabilito la Suprema corte con la sentenza 8979/12. Infatti, hanno spiegato i giudici della terza sezione civile, sebbene contro il provvedimento di fermo amministrativo siano di norma esperibili i rimedi dell'opposizione all'esecuzione e dell'opposizione agli atti esecutivi, «non risulta affatto che il Giudice di Pace avesse qualificato in tali termini l'azione intentata dal contribuente, tanto più che, nel caso di specie, quest'ultimo aveva agito anche per il risarcimento del danno». Per di più risulta che il Tribunale si occupò dell'eccezione di inammissibilità dell'appello sollevata dal cittadino. Dalla sentenza impugnata si evince che «questa venne proposta in riferimento agli artt. 339 e 113, comma secondo, c.p.c. e non in riferimento all'art. 618 c.p.c.: e ciò ad ulteriore riscontro della conclusione raggiunta circa la mancata qualificazione dell'azione come di opposizione agli atti esecutivi da parte del giudice di pace; né, d'altronde, siffatta qualificazione risulta dalla sentenza del Tribunale di Catanzaro». Quanto affermato dalla terza sezione civile del Palazzaccio risponde a un più generale principio, quello della cosiddetta apparenza, in virtù del quale l'individuazione del mezzo di impugnazione esperibile contro un provvedimento giurisdizionale, se cioè l'appello o direttamente il ricorso in Cassazione, va effettuata facendo esclusivo riferimento alla qualificazione data dal giudice all'azione proposta, con il provvedimento impugnato, a prescindere dalla sua esattezza e dalla qualificazione dell'azione data dalla parte, «tanto al fine di escludere che la parte possa conoscere ex post, ad impugnazione avvenuta, quale era il mezzo di impugnazione esperibile». La vicenda riguarda un cittadino di Bodolato, (in provincia di Catanzaro), che aveva ricevuto un fermo amministrativo da Equitalia per una violazione del codice della strada. L'uomo lo aveva impugnato di fronte al giudice di pace chiedendone l'annullamento e il risarcimento, ottenendo un ristoro di 2mila euro. Poi Equitalia aveva impugnato ottenendo un verdetto opposto.

vota