Consulenza o Preventivo Gratuito

La buca in strada è omicidio colposo

del 17/03/2012
di: di Antonio Ciccia e Alessio Ubaldi
La buca in strada è omicidio colposo
Dirigente della provincia, assunto da soli due mesi, viene condannato per omicidio colposo a seguito di omessa manutenzione stradale. La responsabilità per i sinistri occorsi sulle strade provinciali, anche quelli mortali, grava su di lui, e non può essere «alleggerita» dalla «presenza in organico di cantonieri».

Lo ha stabilito la Corte di cassazione, quarta sezione penale, con la sentenza n. 9175 dell'8 marzo 2012. Nel caso di specie il dirigente è stato ritenuto responsabile per un incidente da doversi attribuire, secondo i giudici, agli omessi controlli sulla strada, con particolare riferimento alla «pulizia dei fossi adiacenti la carreggiata». Le piogge abbondanti, infatti, hanno determinato la formazione di una grossa pozzanghera, che, a sua volta, ha provocato lo sbandamento di un veicolo che percorreva la strada allagata. Ne è derivata la morte del conducente, a seguito di un impatto con un furgone blindato che stava provenendo dal senso opposto.

L'omesso controllo sulla strade provinciali è costato al dirigente una condanna al pagamento di una multa, oltre al risarcimento dei danni della parte civile.

L'imputato, durante il processo, ha cercato di difendersi affermando che l'incidente dovesse ricondursi, oltre che all' elevata velocità del conducente, ad alcuni lavori di manutenzione di un passo carrabile privato, situato proprio in corrispondenza del luogo dell'impatto, che avrebbero determinato una deviazione fatale delle acque piovane.

I giudici, tuttavia, basandosi sugli accertamenti tecnici, hanno ritenuto che la (prevalente) causa dell'incidente fosse la cattiva manutenzione dei canali di scolo (del tutto ostruiti), da cui è scaturito l'allagamento della strada. Non importa, spiegano i giudici, che il dirigente avesse preso servizio da soli due mesi. La sua responsabilità, infatti, inizia con il primo giorno di lavoro. Inoltre la presenza di cantonieri addetti ai lavori di manutenzione non può mai alleggerire la responsabilità del dirigente, il quale risponde autonomamente di tutti gli incidenti riconducibili alle cattive condizioni delle strade di proprietà dell'ente di appartenenza.

vota