Consulenza o Preventivo Gratuito

Le indennità Tbc a +2,6%

del 04/02/2012
di: di Gigi Leonardi
Le indennità Tbc a +2,6%
Aumentano del 2,6% le indennità antitubercolari nel 2012. I soggetti affetti da Tbc, curati dalle strutture del Sistema sanitario nazionale, hanno diritto ad alcune indennità economiche a carico dell'Inps. Tali prestazioni sono cosi articolate: un'indennità post-sanatoriale (per un periodo di due anni) alla fine del ricovero o della cura ambulatoriale che abbia avuto una durata non inferiore a 60 giorni; un assegno di cura o sostentamento che viene accordato su domanda all'assistito la cui capacità di guadagno risulti ridotta a meno della metà. Ogni qualvolta scattano gli adeguamenti delle pensioni del fondo lavoratori dipendenti (come previsto dalla legge n. 419/1975) aumentano le indennità per Tbc. Anche per queste prestazioni quindi per il 2012 è previsto un aggiornamento nella misura del 2 ,6%, come indicato nella circolare n. 15/2012 dell'Istituto di previdenza. L'assegno giornaliero è di 12,58 euro (12,26 nel 2011). Nel caso sia da riconoscere ad assistiti nella loro qualità di familiari dell'assicurato, nonché ai pensionati e titolari di rendita Inail ammessi a fruire delle prestazioni tubercolari, l'assegno giornaliero si riduce a 6,30 euro. L'indennità detta post-sanatoriale è invece stabilita in misura pari a 20,97 euro (20,44 nel 2011). Anche in questo caso, ove l'indennizzo è destinato ai familiari dell'assicurato, si riduce del 50% passando quindi a 10,49 euro. Per quanto riguarda l'assegno di cura, il provvedimento di riforma della materia (legge n. 88/1987) prevede la medesima perequazione delle altre indennità giornaliere: l'indennizzo per quest'anno è stabilita in misura pari a 84,60 euro (82,46 nel 2011).

vota