Consulenza o Preventivo Gratuito

Nuovi regimi, semplificato è bello

del 28/12/2011
di: di Andrea Bongi
Nuovi regimi, semplificato è bello
Le manovre del 2011 lasciano in eredità ai contribuenti un ventaglio di regimi semplificati. Si va dallo sdoppiamento dei minimi in due distinti regimi, di cui uno ad imposta sostitutiva super ridotta e l'altro ad imposizione ordinaria Irpef, fino al nuovo regime premiale di tutoraggio fiscale introdotto dalla manovra Monti, la Legge n. 214/11, S.o. n. 276, pubblicata ieri in Gu n. 300, il cui debutto è previsto il 1° gennaio 2013. Restano ancora utilizzabili sia il regime delle nuove iniziative produttive introdotto dall'articolo 13 della legge n. 388 del 2000, che non risulta essere stato abrogato da nessuna delle disposizioni varate nel corso del 2011, sia il regime di contabilità semplificata o delle imprese minori di cui all'articolo 66 del Tuir. Nella tabella in pagina abbiamo riepilogato le caratteristiche principali dei nuovi regimi semplificati che potranno essere utilizzati dai contribuenti a partire già dal 1° gennaio 2012.

Nuovi minimi. Introdotto dall'articolo 27, commi 1 e 2, del dl 98/2011, il nuovo regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e per i lavoratori in mobilità, presenta caratteristiche da vero e proprio «paradiso fiscale»: i beneficiari dei nuovi minimi, oltre a godere di un'imposta sostitutiva con aliquota del 5%, non dovranno nemmeno assoggettare a ritenuta d'acconto i ricavi ed i compensi relativi all'attività d'impresa o di lavoro autonomo, evitando così a priori l'insorgenza di crediti d'imposta difficilmente recuperabili in costanza di regime. L'ampliamento della possibilità d'accesso, esplicitata nel provvedimento direttoriale del 22 dicembre scorso nel quale sono state dettate le modalità applicative del nuovo regime, ai soggetti che hanno perso il lavoro o sono in mobilità per cause indipendenti dalla loro volontà è inoltre un chiaro segnale di apertura verso le finalità stesse del regime: favorire l'avvio di nuove attività da parte di giovani under 35, disoccupati e soggetti in mobilità. Gli altri regimi, nuove iniziative produttive a parte, si configurano come varianti della «contabilità semplificata».

vota