Consulenza o Preventivo Gratuito

Più Internet per gli uffici del fisco

del 22/12/2011
di: di Valerio Stroppa
Più Internet per gli uffici del fisco
Più Internet, meno code agli sportelli, maggiore qualità dei servizi erogati dagli uffici. È questo l'obiettivo dell'Agenzia delle entrate, che sta per lanciare una campagna informativa sui vantaggi derivanti dall'uso del canale Fisconline e che ieri, con la circolare n. 54/E del 2011, ha fornito alle Direzioni regionali le nuove procedure di consegna ai cittadini delle credenziali di accesso ai servizi telematici.

Il web è considerato da via Cristoforo Colombo uno dei fattori cardine per la semplificazione degli adempimenti posti a carico del contribuente. Da qui la necessità di ampliare il bacino di utenza abilitata ai servizi on-line e di sviluppare funzionalità sempre migliori, in grado di stimolarne l'utilizzo.

A tale proposito, gli uffici realizzeranno a breve una capillare attività di informazione, anche attraverso la distribuzione di una brochure che riassume in breve i servizi disponibili in rete, le modalità di richiesta del Pin e l'indicazione delle modalità di contatto con l'Agenzia. Il memorandum, oltre ad essere rinvenibile presso le diramazioni territoriali delle Entrate, è scaricabile sul sito istituzionale.

Ma con la circolare di ieri vengono forniti anche i nuovi indirizzi operativi per l'abilitazione al canale Fisconline. Le strade a disposizione del cittadino per ottenere il Pin sono tre. La prima è telematica, collegandosi a www.agenziaentrate.gov.it. In questo caso, per la corretta identificazione saranno richiesti all'utente il codice fiscale e alcuni dati personali di natura tributaria (modello di dichiarazione utilizzato, soggetto a cui è stata presentata, dati indicati nel Cud). Operati i controlli di congruenza, il contribuente riceverà immediatamente le prime quattro cifre del Pin. E, al massimo entro i 15 giorni successivi, otterrà via posta una lettera recante le ultime sei cifre e la password per il primo accesso. La seconda possibilità per richiedere il codice è telefonando al numero 848.800.444 (costo a tariffa urbana). Infine, resta ferma la facoltà di recarsi presso un qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia. In caso di delega, è necessario conferire (e poi esibire) una procura speciale con firma autenticata, al fine di evitare abusi e di garantire la privacy. Analogamente al web, pure nella richiesta telefonica o «brevi manu» saranno fornite solo le prime quattro cifre del pin: per motivi di sicurezza, le ultime 6 cifre e la password per il primo accesso saranno recapitate in forma cartacea entro 15 giorni dalla richiesta.

La brochure predisposta dalle Entrate elenca i principali servizi che sono erogabili in rete, senza la necessità di recarsi fisicamente allo sportello. Tra questi, ci sono il pagamento di imposte, tasse e contributi tramite F24, l'invio della dichiarazione dei redditi, la registrazione del contratto d'affitto, l'opzione per la cedolare secca, l'accesso al cassetto fiscale o la possibilità di ricevere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità grazie al servizio Civis.

vota