Consulenza o Preventivo Gratuito

Scuola, la sicurezza è prioritaria

del 24/11/2011
di: La Redazione
Scuola, la sicurezza è prioritaria
Formazione e sicurezza del lavoro sono priorità condivise. L'assemblea dell'Ebiefo, ente bilaterale del comparto scuola privata, in attuazione dello statuto e del regolamento ha provveduto, infatti, nella sua prima riunione operativa a istituire le commissioni nazionali in materia di sicurezza del lavoro, di formazione, di apprendistato e di pari opportunità. Dette commissioni si aggiungono a quella di certificazione e di conciliazione istituita nella stessa data. Il segretario generale della Cisal, responsabile della contrattazione del settore privato, Fulvio De Gregorio, esprime la propria soddisfazione per l'avvio delle attività, essendo il sindacato assai attento al discorso sicurezza, che in ambito scolastico tocca i lavoratori, il gruppo docenti e in particolare gli scolari. E, quindi, rappresenta una priorità assoluta da monitorare con attenzione anche attraverso progetti formativi con simulazioni in aula che stimolino i giovani a una nuova e attenta visione del problema. Al riguardo De Gregorio rimarca di avere trovato i responsabili delle associazioni datoriali presenti, Giovanni Piccardo per la Filins, Giovanni Previde Prato per la Fiinsei e Lucantonio Paladino per la Fidef, assai sensibili al tema e disponibili a tutte quelle iniziative che l'ente intendesse proporre per rendere più sicure le scuole nel rigoroso rispetto delle previsioni legislative. A tal fine il presidente dell'Ebiefo, Raffaele Di Lecce, dichiara che sono già in corso contatti con strutture operanti da anni nella materia della sicurezza, al fine di consentire all'ente di rendersi attore principale e, quindi, protagonista di progetti innovativi e di facile attuazione nell'ambito delle opportunità che la normativa consente. I presidenti delle associazioni delle scuole non statali hanno altresì voluto rappresentare la loro piena disponibilità ad avviare attraverso l'ente bilaterale una qualificata formazione del gruppo docenti nella convinzione che quest'ultima sia indispensabile per garantire la mission formativa ed educativa che la scuola, senza distinguo tra quella privata e quella pubblica, deve fornire agli studenti in attuazione della previsione costituzionale. Per l'attualità dell'argomento, altra importante commissione è quella per la pari opportunità, che offre tutela alla donna discriminata nell'espletamento del proprio lavoro e sul tema, osserva Di Lecce, «sono auspicabili fatti dal nuovo ministro in conseguenza degli impegni assunti in sede di presentazione del programma. Resta inoltre la complessa e utilissima attività delegata all'osservatorio per il lavoro istituito presso l'ente, sia in ambito nazionale che attraverso le proprie emanazioni del territorio. Qui la sfida», dichiara Di Lecce, «è quella di istituire le strutture territoriali in modo da consentirci una risposta immediata alle tante necessità che sono state rilevate in ambito scolastico nelle diverse regioni, soprattutto per rendere celere il riscontro alle esigenze emerse in tema di sicurezza. Inoltre l'osservatorio dovrà monitorare la situazione anche ai fini della condizione femminile e dell'occupazione».

A quest'ultimo riguardo, dichiara il vicepresidente dell'Ebiefo Giovanni Piccardo, «sarà importante il ruolo che dovrà svolgere la commissione istituita per l'apprendistato che dovrà semplificarne il ricorso a tutte le scuole nostre associate che vorranno utilizzare questo percorso sul quale sono auspicabili importanti interventi normativi, sia per facilitare l'assunzione del personale dipendente, sia soprattutto per favorire l'inserimento degli alunni in un mondo del lavoro sempre più competitivo e che richiede, quindi, specializzazione, professionalità e cognizioni tecnico/pratiche in tutti i settori di attività».

vota