Consulenza o Preventivo Gratuito

Alla guida dell'auto già a 17 anni

del 30/08/2011
di: di Stefano Manzelli
Alla guida dell'auto già a 17 anni
Tra poco i diciassettenni potranno esercitarsi alla guida di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t, con esclusione di qualunque tipo di rimorchio. Ma questi novelli autisti dovranno essere sempre accompagnati, autorizzati, già titolari almeno di patente di categoria A1 e previamente formati con un corso pratico di guida all'attivo. Lo prevede lo schema di regolamento in corso di pubblicazione, già approvato dal Consiglio di stato il 23 giugno ai sensi dell'art. 16 della legge 120/2010. Ad ogni modo per la partenza reale dell'attesa riforma occorrerà attendere quattro mesi dalla sua uscita in Gazzetta Ufficiale. La riforma stradale della scorsa estate ha introdotto nell'ordinamento, all'art. 115 del cds, la possibilità di mettere al volante anche i diciassettenni, già titolari di patente A1, a condizione che questi soggetti siano accompagnati da un conducente in possesso di patente di categoria B o superiore da almeno dieci anni e nel rispetto delle limitazioni previste per i neopatentati, senza passeggeri a bordo e con veicoli leggeri. La guida accompagnata dovrà essere preceduta da almeno dieci ore di corso pratico di guida presso un'autoscuola, delle quali almeno quattro in autostrada o su strade extraurbane e due in condizioni di visione notturna. Sul veicolo deve essere apposto un contrassegno con la sigla «GA». Per il pagamento delle sanzioni amministrative pecuniarie l'accompagnatore sarà poi responsabile in solido con il genitore o con chi esercita l'autorità parentale o tutoriale. Ma per la messa a regime della riforma serve un regolamento del ministero dei trasporti che il 23 giugno è stato approvato dal Consiglio di stato e che ora attende il via libera definitivo per la conseguente pubblicazione in Gazzetta. Propedeutica all'autorizzazione è il possesso almeno della patente A1 (e, dal 2013, anche AM o B1) in corso di validità. Per attivare la procedura l'interessato dovrà richiedere alla motorizzazione il nulla osta per iscriversi al corso pratico di guida organizzato da una autoscuola. L'autorizzazione alla circolazione accompagnata, valida fino al compimento della maggiore età, sarà rilasciata dalla motorizzazione successivamente, previa presentazione dell'attestato di frequenza alla pratica e dovrà indicare non più di tre potenziali accompagnatori. Successivamente, all'ottenimento del foglio rosa, con la maggiore età, il candidato già titolare dell'autorizzazione per la guida accompagnata sarà esonerato dall'obbligo di esercitarsi in autostrada e con guida notturna e potrà effettuare l'esame pratico senza attendere il mese canonico previsto per tutti gli altri candidati. Ma solo se la licenza di guida verrà conseguita entro sei mesi dal compimento della maggiore età. Per la partenza reale dell'attesa riforma i tempi tecnici sono ancora dilatati. Il ministero dovrà perfezionare il testo del regolamento approvato e solo dopo quattro mesi dalla pubblicazione le procedure potranno attivarsi.

vota