Consulenza o Preventivo Gratuito

Tracciabilità dei flussi alleggerita

del 09/07/2011
di: di Andrea Mascolini
Tracciabilità dei flussi alleggerita
Esclusi dalla tracciabilità dei flussi finanziari i concessionari di finanziamenti pubblici, anche europei, i patrocini legali, le prestazioni socio-sanitarie e di ricovero rese in regime di accreditamento; confermata la tracciabilità per i servizi di ingegneria e architettura; precisazioni e chiarimenti sul concetto di «filiera delle imprese». È quanto prevede la nuova e articolata determinazione emessa dall'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici il 7 luglio 2011 (è la n. 4) che contiene le linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari degli appalti e contratti pubblici e riprende i contenuti delle due precedenti determinazioni (la 8/2010 e la 10/2010) con alcuni chiarimenti ulteriori dettati da questi mesi di applicazione della nuova normativa entrata in vigore il 7 settembre 2010 e successivamente modificata dal decreto legge 187/2010.

La determina, per la maggiore parte dei suoi contenuti, riprende le due precedenti ma introduce alcuni chiarimenti di rilievo. Per quanto riguarda, ad esempio, la cosiddetta «filiera delle imprese», cioè i soggetti tenuti agli obblighi di tracciabilità (fra cui quello di utilizzo dei conti dedicati e di richiesta del Cig, Codice identificativo gare), appare di interesse la precisazione in ordine alle forniture, ove si precisa che «l'ultimo rapporto contrattuale rilevante dovrebbe essere quello relativo alla realizzazione del bene oggetto della fornitura principale con esclusione dalla filiera di tutte le sub-forniture destinate a realizzare il prodotto finito» (componentistica, materie prime necessarie per lo svolgimento dell'attività principale). Si chiarisce inoltre che sono esclusi i contratti «finalizzati all'acquisto di beni che confluiscono nelle scorte di magazzino dell'operatore economico se i contratti precedono l'affidamento della commessa pubblica e prescindono da quest'ultima», mancando in questo caso l'elemento della dipendenza economica. Era un punto particolarmente delicato, nell'interpretazione della normativa, quello concernente i concessionari di finanziamenti pubblici anche europei interessati a lavori, forniture e servizi. La determina opta per l'esclusione della normativa per questi casi dal momento che, si legge nella determina, essi «non risultano immediatamente riconducibili alla prestazione di forniture, servizi o lavori pubblici strettamente intesi»; in sostanza ad avviso dell'Autorità manca una correlazione diretta con l'esecuzione di tali tipologie contrattuali. Se invece i soggetti beneficiari dei finanziamenti pubblici siano «a qualsiasi titolo interessati ai lavori, forniture e servizi», rientreranno nell'ambito di applicazione della norma. La determina prevede inoltre l'esclusione dagli obblighi della legge 136 per il patrocinio legale, inquadrabile nella prestazione d'opera professionale e non nell'appalto; ugualmente esclusi dalla normativa vengono ritenute anche le prestazioni socio-sanitarie e di ricovero erogate da soggetti privati in regime di accreditamento, dal momento che «la peculiarità della disciplina non consente di ricondurre agevolmente tali fattispecie al contratto di appalto». Confermata invece la tracciabilità per tutti i soggetti che rendono servizi di ingegneria e architettura (professionisti, studi associati, società di ingegneria e di professionisti, consorzi stabili). Vengono ritenute escluse dalla normativa sulla tracciabilità i contratti con i fornitori esteri, anche in considerazione del diniego dell'operatore straniero all'accettazione delle clausole di tracciabilità, anche per gli appalti «a valle». Mancando un accordo con lo stato straniero, il principio di territorialità esclude che l'operatore straniero possa essere assoggettato. Altre importanti novità riguardano gli appalti per i buoni pasto ed i contratti stipulati dalle stazioni appaltanti con le agenzie di viaggio, e poi le carte carburante, i servizi legali, il pagamento delle utenze da parte delle pubbliche amministrazioni, le cessioni dei crediti e le spese giudiziarie.

vota