Consulenza o Preventivo Gratuito

La crisi abbatte i redditi

del 14/06/2011
di: La Redazione
La crisi abbatte i redditi
Il 43% dei professionisti milanesi, tra architetti, ingegneri, avvocati e piccoli operatori autonomi, ha reagito alla crisi non chiudendosi a riccio. Ma cercando nuovi clienti e mercati. Ma per un professionista su tre peggiora il tenore di vita suo e della famiglia. Che significa declassamento economico, in quanto il 70,6% è insoddisfatto della propria retribuzione in rapporto alla qualità del lavoro svolto mentre il 75% crede che nella società di oggi la professione non abbia più il prestigio di cui godeva una volta. È quanto emerge da un'indagine della Camera di commercio di Milano condotta dal Consorzio Aaster. Per il post crisi possibili soluzioni vengono offerte dal nuovo protagonismo dei social network usati per lo scambio professionale e dai nuovi orizzonti dell'internazionalizzazione: ben un professionista su quattro si è internazionalizzato (24%) mentre il 37% serve la città e meno del 20% si spinge in Lombardia. «Il nuovo e complesso mondo delle professioni», ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Cciaa Milano, «chiede di essere messo nelle condizioni migliori per poter esprimere tutte le sue potenzialità e guardare al domani con fiducia».
vota