Consulenza o Preventivo Gratuito

Sì della Camera al decreto per stoppare le scalate

del 04/05/2011
di: La Redazione
Sì della Camera al decreto per stoppare le scalate
L'Aula della Camera ha approvato in prima lettura il decreto con misure urgenti per garantire l'ordinato svolgimento delle assemblee societarie annuali, noto anche come decreto anti-scalate. Il provvedimento passa ora al Senato. Il decreto 25 marzo 2011, n. 26, consente di posticipare i termini per la convocazione delle assemblee annuali anche dove tale possibilità non sia prevista dallo statuto. Le opposizioni hanno attaccato il governo facendo notare come il decreto varato per evitare che Lactalis potesse scalare la Parmalat era solo un «pannicello caldo» ed è diventato peraltro «inutile» dopo che il colosso francese ha lanciato l'opa sull'azienda di Collecchio. La maggioranza si è espressa a favore del decreto. Il provvedimento ha però fatto emergere nell'ambito del Pdl diversi mal di pancia. A prendere la parola in dissenso con il gruppo, Giuliano Cazzola, il quale si è detto «fiero delle mie velleità mercatiste e trovo singolare», ha aggiunto, «introdurre il valore dell'italianità nella costruzione di un gruppo italo-francese» che permetterà di salvaguardare «gli impianti e l'occupazione». Sulla stessa lunghezza d'onda Antonio Martino: «Quando un'impresa italiana scala con successo un'impresa estera sono tutti contenti, quando un'impresa straniera scala un'impresa italiana si stracciano le vesti. Dovrebbe essere il contrario», ha sottolineato in un intervento applaudito da alcuni sui colleghi di maggioranza.

vota