Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro, da lunedì si concilia

del 30/04/2011
di: La Redazione
Lavoro, da lunedì si concilia
Da lunedì 2 maggio parte la conciliazione gestita dai consulenti del lavoro. Le commissioni di certificazione dei contratti di lavoro istituite presso i Consigli provinciali dell'ordine, infatti, allargano il loro raggio d'azione (così come previsto dalla legge 183/2010) e si occuperanno anche della risoluzione alternativa delle controversie di lavoro. «Un onere e un onore che», come ricordato dalla presidente della categoria Marina Calderone ieri durante un convegno a Reggio Calabria dedicato alla legalità, «aiuterà il paese a crescere». In un contesto più ampio, la presidente ha sottolineato come «lavoro e legalità» siano due parole «che devono essere legate con gran forza». «I professionisti in Italia sono più di 2 milioni», ha aggiunto, «e il periodo storico che sta vivendo il Paese costringe molti di loro a fronteggiare criticità e disagi forti per poter comunque garantire il ruolo di supporto alle imprese ed ai lavoratori. Rispettare i valori, le leggi ed i principi della Costituzione Italiana: questo è quello che i professionisti continuano a garantire al sistema economico e sociale nazionale. I consulenti del lavoro», ha concluso, «devono essere propositivi perché la mancanza di lavoro è oggi, forse, la problematica principale». Intervenuto ai lavori, il presidente della Fondazione studi della categoria, Rosario De Luca, ha fatto notare come l'etica e il rispetto delle leggi siano fondamentali per poter garantire ai giovani un Paese migliore, dove il lavoro e la legalità non siano solo il titolo di un convegno ma la quotidianità e la regola fondamentale. Presentato nel corso del Convegno regionale anche il progetto «La legalità cresce sui banchi di scuola» che vede la partecipazione di molte amministrazioni regionali, i ministeri e della gioventù, Italia Lavoro e i consulenti del lavoro. Presente a Reggio Calabria anche il numero uno della Fondazione Consulenti per il lavoro Mauro Capitanio per illustrare l'opportunità data ai giovani (anche stranieri) di collocarsi nel mondo nel lavoro tramite i tirocini formativi. «La legalità collegata all'etica», ha evidenziato, «sta alla base del nostro progetto, giunto a numeri ragguardevoli in crescita rispetto al 2010, 3000 solo nei primi mesi del 2011».

vota