Consulenza o Preventivo Gratuito

Le principali novità relative al rinnovo del Ccnl commercio. Focus a Fiesole

del 15/04/2011
di: David Trotti – Centro studi Ancl-SU
Le principali novità relative al rinnovo del Ccnl commercio. Focus a Fiesole
Una delle capacità più significative di una associazione è quella di essere in linea con ciò che si svolge nel contesto in cui è immersa, e questo ancora una volta si è realizzato con gli incontri di Fiesole ed in specifico con i seminari realizzati con la Fisascat-cisl. Il primo che inizierà il 31 maggio avrà come tema «Contrattazione e legge nell'attuale contesto di relazioni industriali. Le proposte di semplificazione delle tipologie contrattuali e lo statuto dei Lavoratori». Il Ccnl commercio e servizi (che unifica i comparti) siglato il 26/02 e integrato il 7 aprile (non firmato dalla cgil) presenta in sintesi significative novità:

1. Vengono stabiliti nuovi minimi retributivi calcolati basandosi, come prevede il nuovo modello contrattuale sull'indice Ipca. Gli aumenti decorrono da gennaio e saranno pagati per chi non lo ha già fatto con la retribuzione del mese di marzo.

2. Elemento economico di garanzia, è il nuovo elemento retributivo previsto per chi non applica la retribuzione di secondo livello (da erogarsi a novembre 2013), secondo questa tabella in pagina

3. Individuati gli elementi considerati detassabili ovvero,lavoro straordinario; lavoro supplementare; compensi per clausole elastiche e flessibili; lavoro a turno; lavoro domenicale o festivo anche svolto durante il normale orario di lavoro; lavoro notturno; premi variabili di rendimento.

4. Part-time: potranno essere stipulati contratti a tempo parziale della durata di 8 ore settimanali per la giornata di sabato o di domenica, con studenti e/o lavoratori occupati a tempo parziale presso altro datore di lavoro, anche se a tempo determinato.

5. Obbligatorietà del bilateralismo, del Quas e del fondo est:

a. l'azienda che ometta il versamento delle quote dovute all'ente bilaterale è tenuta a corrispondere al lavoratore un elemento distinto della retribuzione non assorbibile di importo pari allo 0,10% di paga base e contingenza. Dal mese successivo alla data di sottoscrizione dell'accordo di rinnovo, l'e.d.r. viene calcolato sullo 0,30% di paga base e contingenza, corrisposto per 14 mensilità e rientra nella retribuzione di fatto.

b. Obbligatorietà dei contributi al fondo est. In caso di non iscrizione al lavoratore vanno erogati 15 euro per 14 mensilità.

c. Obbligatorietà del Quas. In caso di non iscrizione al lavoratore vanno erogati 35 euro per 14 mensilità.

6. Nuovi termini di prova: Quadri e I Livello 6 mesi di calendario; II e III Livello 60 giorni di lavoro effettivo; IV e V Livello 60 giorni di lavoro effettivo; VI e VII Livello 45 giorni di lavoro effettivo

7. Permessi: le ore di permesso entreranno nella vita dei lavoratori gradualmente indipendentemente dal regime di orario adottato in azienda. Per tutti i lavoratori assunti successivamente alla data di sottoscrizione dell'accordo di rinnovo in commento, le ore di permesso verranno riconosciute in misura pari al 50% decorsi due anni dall'assunzione e in misura pari al 100% decorsi quattro anni dall'assunzione: Per gli apprendisti trasformati il 100% dei permessi decorrerà dopo 48 mesi dalla prima assunzione.

8. Malattia: viene previsto per la prima volta un significativo taglio sul trattamento economico degli eventi di malattia in relazione al periodo di carenza:

a) il pagamento dei primi tre giorni di malattia (carenza) sarà erogato dall'azienda al 100% per i primi 2 eventi;

b) per il 3° evento, i tre giorni di carenza saranno retribuiti al 66%

c) per il 4° evento, i tre giorni di carenza saranno retribuiti al 50%

d) dal 5° evento nell'anno solare (1/1-31/12) in poi, la carenza non sarà retribuita.

vota