Consulenza o Preventivo Gratuito

Alcune novità in materia di dichiarazioni dei redditi

del 08/04/2011
di: Celeste Vivenzi
Alcune novità in materia di dichiarazioni dei redditi
Risoluzione Agenzia delle entrate 25/3/2011, n. 35/E istruzioni mod. 730. Per il calcolo del limite di 500 euro previsto nella specifica ipotesi di esclusione della dichiarazione (in presenza di soli redditi di terreni e fabbricati), il reddito derivante dall'abitazione principale e dalle sue pertinenze deve essere sempre incluso nel totale dei redditi dei fabbricati e terreni.

Secondo la risoluzione infatti se un contribuente possiede un terreno con reddito imponibile di 400 euro e un immobile adibito ad abitazione principale con reddito imponibile pari a 600 euro, è obbligato comunque a presentare la dichiarazione. In tale situazione il reddito complessivo (anche se formato da soli redditi fondiari) ammonta a 1.000 euro (valore superiore al limite di esclusione pari a 500 euro). Il soggetto pagherà ovviamente solo sul reddito derivante dal terreno in quanto il reddito dell'abitazione principale viene completamente abbattuto dalla relativa deduzione. Rimane pertanto l'obbligo della dichiarazione fiscale.

Novità per le addizionali comunali. Agenzia delle entrate (comunicato stampa 3/3/2011)

L'Agenzia delle entrate rende noto che, a decorrere dal corrente anno, pubblicherà sul proprio sito internet (viene meno il classico allegato alle istruzioni) l'elenco dei codici catastali e delle relative aliquote dell'addizionale comunale all'Irpef per gli anni 2010 e 2011 al fine di consentire il calcolo del saldo 2010 e dell'acconto 2011.

Iscrizione 5 per mille. Circolare Agenzia delle Entrate 3/3/2011, n. 9/E, Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche hanno tempo fino al 7 maggio per presentare (in via telematica la domanda d'iscrizione all'elenco del 5 per mille che è stato rifinanziato tramite una norma contenuta nel decreto mille proroghe.

Anche quest'anno sarà possibile per il contribuente destinare la quota del 5 per mille ai seguenti soggetti:

- sostegno del volontariato e delle altre onlus di cui all'art. 10, dlgs n. 460/1997, nonché delle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali , regionali e provinciali previsti dall'art. 7, legge n. 383/2000, e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all'art. 10, comma 1, lettera a), del citato dlgs n. 460/1997;

- finanziamento della ricerca scientifica e dell'università;

- finanziamento della ricerca sanitaria;

- sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente;

- sostegno delle associazioni sportive dilettantistiche, riconosciute ai fini sportivi dal Comitato olimpico nazionale italiano a norma di legge, che svolgono una rilevante attività di interesse sociale.

L'Agenzia delle entrate infine pubblicherà sul sito istituzionale i relativi elenchi .

vota