Consulenza o Preventivo Gratuito

Stagionali, è l'ora del click

del 22/03/2011
di: di Daniele Cirioli
Stagionali, è l'ora del click
Via libera all'ingresso di lavoratori extra Ue da impiegare in attività stagionali. A partire dalle ore 8 di stamattina, e fino alle ore 24 del 31 dicembre, è possibile inviare le domande di richiesta di nulla osta, esclusivamente in via telematica dal sito internet del ministero dell'interno. In scena, per la prima volta, il permesso di soggiorno pluriennale per il quale i controlli saranno particolarmente rigorosi a motivo dell'efficacia ultrannuale. Il via libera alle richieste è arrivato dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale n. 65 di ieri del dpcm 17 febbraio, che autorizza la quota massima di 60 mila ingressi.

Quota stagionali per il 2011. Il ministero dell'interno e del lavoro, con nota congiunta protocollo n. 755/2011 (si veda ItaliaOggi del 1° marzo), hanno diffuso le istruzioni operative e reso disponibile, sul sito internet del ministero dell'interno, il software per compilare le domande adoperabile dal 28 febbraio. Le domande di nulla osta (va utilizzato il modello C-Stag.), come già avvenuto negli anni passati, si possono presentare esclusivamente con modalità informatiche (si veda tabella per la ripartizione delle nazionalità).

Permesso pluriennale. La novità del decreto flussi 2011 è rappresentata dalle richieste di nulla osta pluriennale per lavoro stagionale. Il datore di lavoro, infatti, può specificare nella domanda che la sua richiesta è a validità pluriennale, precisando la durata temporale del contratto che deve essere pari a quella già usufruita dal lavoro nei due anni precedenti. In questo caso il procedimento resta quello tradizionale, salvo la predetta precisazione da farsi nella domanda. La richiesta, infatti, prosegue presso lo sportello unico competente che procede acquisendo i pareri della questura e della direzione provinciale del lavoro (dpl). Le questure, in particolare, oltre i consueti adempimenti, effettuano controlli sui permessi di soggiorno per verificare il rilascio/richiesta nei due precedenti anni, inviando l'esito della verifica agli sportelli unici. Analogamente le dpl procedono ai controlli sulle comunicazioni obbligatorie, al fine di verificare l'effettiva sussistenza del rapporto di lavoro nei due anni precedenti. Al termine delle verifiche (positive) lo sportello unico rilascia il nulla osta pluriennale al datore di lavoro il quale, al momento del ritiro, deve firmare il contratto di soggiorno con il lavoratore straniero. Il permesso di soggiorno (al lavoratore) è, invece, rilasciato ogni anno. In considerazione della semplificazione della procedura relativa all'ingresso per gli anni successivi al primo, la circolare ministeriale (lavoro e interno) ha stabilito che controlli e verifiche vengano svolti con particolare severità. Per gli anni successivi al primo (ossia per il secondo e per il terzo anno), il ministero sta predisponendo un modello telematico di comunicazione che entrerà in uso dal 1° gennaio 2012, attraverso il quale il datore di lavoro potrà (più semplicemente) esprimere la volontà di confermare l'assunzione del lavoratore, a prescindere dalla pubblicazione o meno del decreto flussi (stagionale).

vota