Consulenza o Preventivo Gratuito

Agenti, niente più inutili sacrifici

del 08/03/2011
di: La Redazione
Agenti, niente più inutili sacrifici
L'Enasarco è sempre più spesso sulle pagine dei giornali e all'attenzione del mondo politico. La gestione del suo patrimonio immobiliare, gli investimenti in prodotti finanziari e la discussa riforma della previdenza recentemente adottata sono le criticità su cui, secondo Manfredo Cornaro, presidente Federagenti, occorre vigilare e fare piena luce al fine di rassicurare la categoria degli agenti di commercio.

Domanda. L'Enasarco non ha ancora venduto e la gestione del suo patrimonio immobiliare sembra sotto la lente di tutti.

Risposta. Ben vengano i controlli e le verifiche, siano essi effettuati dalla commissione parlamentare di controllo degli enti previdenziali o dalla magistratura, l'unica priorità è salvaguardare le pensioni degli agenti di commercio ed evitare ingiustificati favoritismi e odiose speculazioni. L'Associazione ha molto apprezzato l'iniziativa del presidente della commissione bicamerale, onorevole Iannone di richiedere la lista degli affittuari Enasarco al fine di appurare la regolarità delle procedure di assegnazione degli appartamenti a tutela degli iscritti della Cassa. L'assoluta mancanza di trasparenza in diverse procedure della gestione immobiliare, tra cui la scelta dell'inquilinato era già stata segnalata nel maggio 2007 dal commissario straordinario dell'Enasarco Giovanni Pollastrini con dovizia di particolari.

D. Ritenete che questa iniziativa della commissione possa dare dei frutti?

R. Lo speriamo vivamente e a tal proposito la Federagenti ha ritenuto di evidenziare alla commissione parlamentare che ai fini della migliore comprensione del fenomeno della gestione degli immobili sarebbe opportuno richiedere all'ente anche la documentazione inerente agli immobili sfitti, la corrispondenza dei canoni oggi praticati ai prezzi di mercato per i numerosi stabili di pregio per determinare il danno conseguente alla minore redditività degli immobili e stimare eventuali perdite patrimoniali accumulate nel corso della gestione, nonché la lista dei cambi di appartamento. Documentazione che se acquisita permetterebbe di fare piena luce sulle esatte modalità di gestione del patrimonio immobiliare dell'ente.

D. Siete anche fortemente critici nei confronti della miniriforma da ultimo adottata dall'Ente,

R. Assolutamente sì, perché la Fondazione ritiene di garantire la stabilità del sistema previdenziale attraverso gli aumenti dei contributi e la vendita del patrimonio immobiliare dell'ente. Di fatto gli aumenti contributivi si sostanzieranno per gli agenti solo in un maggior esborso per migliaia euro a fronte di pensioni di vecchiaia di circa 500 euro mensili destinate a diventare ancor più povere con l'entrata in vigore del regime contributivo. Il commissariamento dell'ente necessario per la successiva confluenza dell'Enasarco nell'Inps, da noi fortemente auspicata è, a nostro avviso, l'unica possibilità per evitare ulteriori inutili sacrifici alla categoria già fortemente penalizzata dalle altre riforme introdotte negli anni scorsi e riportare la Cassa sotto l'oculato controllo dei ministeri e della magistratura contabile.

vota