Consulenza o Preventivo Gratuito

Bonus malus triplicato per le pmi

del 25/01/2011

Bonus malus triplicato per le pmi

Triplicato l'incentivo del bonus malus alle piccole aziende (fino a 10 lavoratori all'anno). Lo sconto sale al 30% (dal 10% oggi previsto) per scendere gradualmente al 7% per le imprese con più di 500 lavoratori annui (oggi 5%). Semplificata, inoltre, la procedura di attribuzione dell'incentivo con l'eliminazione dei criteri di valutazione. Le novità si applicano da quest'anno, con riferimento agli interventi migliorativi della sicurezza realizzati durante il 2010, e, a tal fine, slitta al 28 febbraio il termine per la presentazione delle richieste, in scadenza lunedì prossimo. Lo rende noto l'Inail nella nota protocollo n. 507 di ieri.
Il bonus malus. Tecnicamente si chiama oscillazione del premio assicurativo e, in particolare, terza oscillazione in quanto successiva a quelle per il primo biennio di attività (prima) e per andamento infortunistico (seconda). Introdotta dall'ultima riforma dell'Inail (dlgs n. 38/2000), si applica ai datori di lavoro con periodo di attività successivo ai primi due anni. Attualmente, l'incentivo (chiamato anche bonus malus) è disciplinato dall'articolo 24 del dm 12 dicembre 2000 (regolamento sull'applicazione delle tariffe dei premi), l'articolo che è stato oggetto di modifiche sostanziali da parte del commissario straordinario dell'Inail con determina n. 79/2010 (come anticipato da ItaliaOggi del 24 aprile 2010). Per ottenerne il riconoscimento, finora il datore di lavoro ha dovuto presentare un'istanza entro il termine del 31 gennaio di ogni anno (anche l'anno scorso questo termine venne prorogato al 28 febbraio, per problemi tecnici al sito web dell'istituto assicuratore), e l'incentivo è stato riconosciuto sulla base di alcuni criteri di valutazione, tra cui la strutturazione del servizio di prevenzione e protezione dei sistemi di pronto soccorso, di emergenza e antincendio; le modalità di attuazione della sorveglianza sanitaria; il livello di informazione e formazione dei lavoratori; lo stato di programma delle misure di prevenzione e protezione.
Le novità. A partire da quest'anno l'incentivo subisce una sostanziale riforma a favore soprattutto delle piccole imprese. Le proposte di modifica del Commissario straordinario, infatti, sono in dirittura di arrivo in quanto recepite con un decreto ministeriale di prossima emanazione. A renderlo noto è l'Inail nella nota di ieri, in cui annuncia la proroga al 28 febbraio del termine per la presentazione delle istanze del bonus malus, sia per quelle cartacee che per quelle in via telematica. L'Inail spiega la decisioni sulla base delle sollecitazioni pervenute da tutte le parti sociali e dell'ordine del giorno del Civ del 19 gennaio, che richiedono di tener conto delle novità già da quest'anno. Ciò significa, dunque, che le domande da presentarsi quest'anno (entro il 28 febbraio e non più entro il 31 gennaio), relative agli interventi migliorativi della sicurezza realizzati durante il 2010, già verranno trattate dall'Inail con le nuove modalità e, soprattutto, riconoscendo le nuove misure dell'incentivo (indicate in tabella). La nota dell'Inail aggiunge inoltre che l'Istituto provvederà a sistemare tutte le domande già accolte alla data di entrata in vigore del nuovo decreto (dunque, non sarà necessario ripresentare l'istanza). Una volta entrate in vigore le nuove disposizioni, l'allungamento del termine per le richieste (dal 31 gennaio al 28 febbraio di ogni anno) resterà strutturale (valido per sempre). Altra novità come detto è la riarticolazione delle percentuali di sconto. Oggi sono previste solo due misure con riferimento a due classi di imprese: fino a 500 (sconto del 10%) e oltre 500 lavoratori annui (sconto del 5%). Le nuove norme prevedono una maggiore ripartizione delle aziende, sempre in funzione del numero di dipendenti, con 6 differenti classi (si veda tabella) e riconoscendo in ogni caso uno sconto maggiore rispetto al passato.
Resta confermato, infine, che il datore di lavoro riceverà comunicazione dell'esito della sua istanza di riconoscimento del bonus malus con provvedimento motivato dell'Inail, tramite raccomandata entro 120 giorni dalla data della domanda. Lo sconto riconosciuto, che vale per l'anno in corso, sarà recuperato in sede di autoliquidazione e pagamento della rata di saldo del premio (regolazione).

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Assicurazioni: i rimedi al calo di redditività

del 08/07/2010

In Italia, così come nel resto dei paesi europei, le grandi compagnie assicurative stanno affron...

Polizze sui mutui: è tutto da rifare

del 04/11/2010

C'era una volta l'art. 52 del Regolamento Isvap n. 35 che, modificando l'art. 48 (Conflitti di inter...

Assicurazioni: disdette massive ko

del 29/11/2010

Le compagnie di assicurazione non possono comunicare unilateralmente la disdetta del contratto rc au...