Consulenza o Preventivo Gratuito

Norme UE per l’etichettatura dei materiali da costruzione

del 21/01/2011

Norme UE per l’etichettatura dei materiali da costruzione

E’ stato approvato dall’Europarlamento il 18 gennaio scorso il nuovo regolamento sulla vendita in UE di prodotti da costruzione, che prevede per ciascun prodotto l’obbligo di una ‘dichiarazione di prestazione’ contenente informazioni sulle sostanze pericolose, in conformità con la normativa REACH 2006, atta a soddisfare gli standard di salute e sicurezza dei lavoratori edili e degli altri utenti. A stabilire le specifiche informazioni necessarie su queste sostanze sarà la Commissione stessa in base alle esigenze di riciclo o riutilizzo. Le micro-imprese potranno optare per le nuove procedure semplificate di valutazione delle prestazioni dei loro prodotti, a condizione che questi beni siano ancora conformi alle norme UE armonizzate. Per fornire informazioni a titolo gratuito sui prodotti da costruzione e sul loro uso gli Stati membri dovranno, inoltre, istituire ‘Punti di Contatto per i Prodotti’, indipendenti dal processo di ottenimento della marcatura CE per prevenire eventuali conflitti di interesse. Esentati dall’obbligo della di ‘dichiarazione di prestazione’ sono solo i prodotti da costruzione realizzati secondo procedure tradizionali o adatti alla conservazione del patrimonio, con processi non industriali.
Ulteriori novità introdotte dalla legislazione approvata dal Consiglio sono finalizzate al riciclo dei prodotti da costruzione e alla tutela dell’ambiente e della salute e sicurezza durante l’intero ciclo di vita del prodotto da costruzione. Il regolamento sarà in vigore dopo la pubblicazione uffciale secondo i consueti termini temporali, ma per molte delle disposizioni contenute al suo interno le aziende avranno il tempo per adeguarsi fino a luglio 2013.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati