Consulenza o Preventivo Gratuito

Arriva l'archivio informatico pubblico con i dati di tutti i cittadini

del 20/12/2010

Arriva l'archivio informatico pubblico con i dati di tutti i cittadini

Nasce un sistema pubblico di prevenzione delle frodi nel credito al consumo. Sarà basato su un archivio informatico e servirà a tutelare gli operatori anche sul piano dei pagamenti dilazionati e differiti. Al sistema aderiranno banche, fornitori di servizi di comunicazione elettronica, fornitori di servizi interattivi, imprese di assicurazione e gestori di sistemi di informazioni creditizie. A istituire il sistema è uno schema di dlgs, stamane al vaglio del consiglio dei ministri. L'obiettivo principale è costruire un argine apposito, per contrastare i furti di identità. Il data base troverà casa presso il ministero dell'economia e lavorerà attraverso tre canali informatici.

  • Il primo, si chiama interconnessione di rete; darà seguito alle richieste di verifica inviate dagli aderenti, perché avrà accesso alle informazioni contenute in banche dati di organismi pubblici e privati. Dati che riguardano sostanzialmente: i documenti di identità e di riconoscimento, comunque denominati o equipollenti, anche se smarriti o rubati; le partite Iva, i codici fiscali e i documenti che attestano il reddito; le posizioni contributive previdenziali e assistenziali.
  • Il secondo canale informatico, chiamato anche modulo informatico centralizzato, memorizzerà (in forma aggregata e anonima) tutti i casi in cui sia emersa la non autenticità di una o più categorie di dati presenti nella richiesta di verifica. Questo strumento consentirà lo studio delle frodi, a fini di prevenzione.
  • Infine, il terzo canale, chiamato modulo informatico di allerta, memorizzerà le informazioni trasmesse dagli aderenti su frodi subite o casi che configurano un rischio di frodi nei settori del credito, dei servizi di comunicazione elettronica o interattivi e delle assicurazioni, nonché le segnalazioni di allerta preventiva.

Queste info saranno conservate in archivio per il tempo necessario ad accertare l'effettiva sussistenza del rischio frodi. Al sistema di prevenzione potranno accedere, gratis, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia di stato.

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati