Consulenza o Preventivo Gratuito

La correzione di un errore materiale non modifica l'atto

del 16/12/2010

La correzione di un errore materiale non modifica l'atto

La condizione imprescindibile per la correzione di un errore materiale contenuto nel dispositivo di una sentenza è che la sua eliminazione non deve comportare una modifica essenziale dell'atto. Il chiarimento, contenuto nella sentenza n. 43993 della Cassazione, parte dall'esame di un caso in cui la corte d'Appello di Potenza era intervenuta per modificare il dispositivo di una decisione, specificando in motivazione che era intervenuta una prescrizione del reato in modo da escludere un'assoluzione nel merito. I giudici di secondo grado non si erano però limitati all' "integrazione" ma avevano anche aggiunto la frase "conferma le statuizioni civili". Un'iniziativa giudicata da piazza Cavour come "modificazione essenziale" dell'atto. Secondo gli ermellini alla notizia della improcedibilità dell'azione penale per sopravvenuta prescizione del reato, si era aggiunta la distinta e ulteriore decisione sull'azione civile del risarcimento del danno. Una scelta che doveva basarsi su specifici elementi probatori.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati