Consulenza o Preventivo Gratuito

Casa coniugale: assegnata al proprietario solo se affidatario dei figli

del 14/12/2010

Casa coniugale: assegnata al proprietario solo se affidatario dei figli

L'assegnazione della casa familiare non può prescindere dall' affidamento dei figli minori o dalla convivenza con i figli maggiorenni non ancora autosufficienti. Questo rappresenta un presupposto inderogabile per cui in sostanza la casa non può essere disposta in favore del coniuge proprietario esclusivo se tutti i figli sono stati affidati all' altro coniuge. A dirlo è la Cassazione in merito al caso di una donna a cui i giudici avevano tolto la casa familiare, assegnandola al coniuge proprietario esclusivo, nonostante questa fosse l'affidataria dei figli minori e convivente con i figli maggiori non ancora autosufficienti, tanto che le era riconosciuto un contributo alimentare per i figli, e in particolar modo per una delle minori, seriamente impedita. Il motivo viene quindi accolto dalla Corte Suprema sottolineando l' importanza del bisogno primario dei figli di permanere nel loro habitat domestico quotidiano.

a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c