Consulenza o Preventivo Gratuito

Legittimo il licenziamento se falsamente attribuita al datore una condotta violenta

del 01/12/2010

Legittimo il licenziamento se falsamente attribuita al datore una condotta violenta

E' legittimo il licenziamento del lavoratore che falsamente attribuisce al datore di lavoro una condotta violenta denunciata come infortunio sul lavoro. Lo afferma la Cassazione in relazione alla vicenda di una lavoratrice che, dopo essere stata ripetutamente invitata dal datore di lavoro a tornare nella propria posizione lavorativa (dalla quale si era allontanata senza autorizzazione), accompagnando infine l'invito col prenderla per un braccio, finge di aver subito percosse tali da denunciare un infortunio sul lavoro. La ricostruzione dei fatti svolta dalla Corte territoriale smentisce l'ipotesi di vere e proprie percosse (nel senso corrente del termine) gravi, tali cioè da determinare un'assenza per malattia e anzi connota il comportamento contestato alla lavoratrice come di intenzionale o comunque gravemente colposa drammatizzazione e manipolazione della vicenda.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati