Consulenza o Preventivo Gratuito

Iva sulla tariffa rifiuti non rimborsabile

del 16/11/2010

Iva sulla tariffa rifiuti non rimborsabile

La Tia è una tariffa e in quanto tale può assoggettarsi ad Iva. L’imposta sul valore aggiunto sulla tariffa rifiuti quindi si deve pagare. Il chiarimento contenuto nella manovra correttiva si è reso necessario a seguito di una sentenza della Corte Costituzionale che indicava come la Tia intesa come tributo non poteva essere assoggettata ad Iva, generando diversi contenziosi per cui alcuni contribuenti si erano visti sancire dal giudice di pace il diritto al rimborso dell'Iva ‘illegittima’ pagata negli ultimi anni.

La tariffa rifiuti viene in effetti calcolata dai comuni sulla base del decreto Ronchi (tia1) e non sulla nuova (tia2), perché ancora si attende il decreto attuativo. Le Finanze provano a risolvere la questione, sostenendo che le due forme di Tia siano in pratica la stessa cosa, perché la nuova tariffa potrebbe in teoria essere adottata anche utilizzando i regolamenti locali che disciplinavano la vecchia.

a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...